martedì 5 febbraio 2019

La poesia del martedì

A sò un tifóš!

Tot i fa e’ tifo par i su campiõn,
par la su scvêdra i pérd e’ tanabéd,
i dìš ch’l’è un grãnd amór,
che l’è una féd, tot i discut e sèmpar j à rašõn!

E’ pê ch’e’ sèja un òbligh ste palõn,

a-j dèg che me a m n’infrig,
parò i n’ a’ créd, e ló j’ insest,
e alóra a-j dèg: " U-n s véd? La fiurintẽna l’è la mi pasiõn!"
"La Fiurintẽna! Questa së ch’l’è bëla!
L’è schêrsa e st’ân la chësca in serie bi e pu,
t’avdré, l’andrà sèmpar piò in žo".

"A-v dèg che me a la met ins la ghirdëla
e pu a la cuš d cva e d là pianì pianì.....
S’ l’è schêrsa pu, e’ vrà dì ch’a m’in mègn do!"

Franco d’ Sabadẽn


Sono un tifoso! Tutti fanno il tifo per i loro campioni, per la loro squadra perdono la ragione 1, dicono che è un grande amore, che è una fede, tutti discutono e sempre hanno ragione! Pare che sia un obbligo questo pallone, io dico loro che me ne frego, però non lo credono, e loro insistono, e allora dico loro: "Non si vede?La fiorentina è la mia passione!" "La Fiorentina! Questa sì che è bella! E’ scarsa e quest’anno cade in serie B e poi, vedrai, andrà sempre più in giù 2. "Vi dico che io la metto sulla graticola e la cuocio di qua e di là pianino pianino ...... Se è scarsa poi, vorrà dire che me ne mangio due!

Franco Ponseggi

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento