venerdì 8 marzo 2019

A Lugo Centro destra contro centro sinistra

Riceviamo e pubblichiamo

Gianmarco Rossato, segretario comunale PD, dopo la scesa in campo di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Unione di Centro in vista delle Amministrative di maggio: «Finalmente si gioca a carte scoperte e sono cadute tutte le maschere».


Il PD di Lugo si sofferma su alcune riflessioni dopo che Forza Italia, Fratelli d’Italia e Unione di Centro si sono ufficialmente affiancate alla Lega a sostegno del candidato sindaco Davide Solaroli.

«Finalmente ora si giocherà a carte scoperte, lasciando da parte le maschere, i sotterfugi e le frasi non dette degli ultimi mesi. Per la Buona Politica e Solaroli sono i portabandiera della Destra – dice Gianmarco Rossato, segretario comunale del PD – contraddicendo quindi la storia della loro guida Silvano Verlicchi e dimostrando ancora una volta che la coerenza in certi valori è solamente a parole. La divisione dei campi è netta da una parte la nuova destra, dall’altra un centro-sinistra largo aperto alla città ed alle sue esperienze».

«Ora si spiega il comportamento tenuto nei giorni scorsi dai consiglieri del gruppo Per la Buona Politica – sottolinea Marta Garuffi, capogruppo del PD in Consiglio Comunale a Lugo – che hanno preferito uscire dall’aula del Consiglio e non partecipare al voto sulla modifica al regolamento per l’applicazione del canone per l’occupazione di spazi pubblici e per il rilascio delle relative concessioni. Tale modifica prevede la presentazione di una dichiarazione di impegno al rispetto della XII disposizione transitoria e finale della Costituzione, della relativa legge di attuazione (Legge Scelba) e della Legge Mancino, un impegno che sottolinea un valore fondante della nostra Costituzione, l’antifascismo, ma anche come ulteriore garanzia contro coloro che espongono materiale con simboli rievocativi l’ideologia fascista. Questa proposta di modifica che il gruppo del Partito Democratico ha voluto fortemente non fa altro che rafforzare quei valori e principi di cui siamo portatori e quell’ideologia di cui siamo orgogliosi. Nonostante i valori antifascisti dichiarati dal Capogruppo Verlicchi – continua la capogruppo – i due consiglieri non hanno partecipato al voto definendo inutile una modifica del genere; le azioni e le motivazioni oggi ci risultano chiare, viste le alleanze con la Lega e Fratelli d’Italia che collocano la lista Per la Buona Politica più a destra spingendo così i consiglieri a comportarsi di conseguenza secondo le linee politiche degli alleati».

«Solaroli parla di valori civici ma è circondato solo da ceto politico in campo da moltissimi anni per la maggior parte nemmeno lughese, non interessato a governare la nostra città ma solamente a piantare una bandierina sulla cartina geografica. – dice ancora Rossato – Per amministrare una città serve prima di tutto conoscerla e saperla rappresentare nella sua interezza, la coalizione a sostegno di Ranalli è plurale e trasversalmente rappresentativa. Le recenti Primarie hanno dimostrato che il PD ha una base forte, ma soprattutto si fonda su valori di democrazia e partecipazione che dall’altra parte vengono utilizzati solamente come slogan. Abbiamo dei valori, ci riconosciamo in questi e non siamo pronti a smentirli come è stato fatto dai nostri avversari politici per opportunismo».

Partito Democratico Lugo

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento