venerdì 8 marzo 2019

Il mio contributo per la crescita di HMC Group

Cosa si fa nella Romagna Estense e cosa fanno i romandioli  

Andrea Mazzanti nuovo Direttore Generale del noto marchio del Distretto biomedicale di Mirandola.


Continua il processo di innovazione e miglioramento di HMC Group - il noto brand del Distretto biomedicale di Mirandola - che prevede un processo di riorganizzazione operativa, rilancio commerciale e focalizzazione sul servizio ai clienti.

Va in questa direzione la recentissima nomina di Andrea Mazzanti come nuovo Direttore Generale, che ha come obiettivo l’ulteriore affermazione dell’azienda mirandolese del settore biomedicale, perseguendo con decisione i target prefissati dal piano industriale.

Andrea Mazzanti, 51 anni, lughese di origine e reggiano di adozione, vanta un curriculum di tutto rispetto nei ruoli di CFO, di Responsabile della Ristrutturazione Aziendale (CRO) e, negli ultimi anni, anche di Managing Director in aziende affermate nei settori food, automotive, ceramico e plastico. 

Tra le sue principali esperienze citiamo i gruppi Eridania, Eurovo, Metasystem, Emilceramica e Gold Plast. 

Di quest’ultima realtà, leader nel settore dei polimeri per food, Mazzanti è stato CFO Group e Managing Director.

HMC Group, fondata nel 1997, da oltre 20 anni è marchio di riferimento del settore biomedicale come produttore di dispositivi medici e original equipment manufacturer (OEM). 

I numeri, del resto, descrivono un’azienda in continua crescita nei volumi d’affari, nelle risorse umane, nella gamma di prodotti: 35 mln di fatturato per l’esercizio 2018, 250 dipendenti, 20.000 metri quadrati di impianti, di cui 4.000 di camere bianche ISO 8.

“HMC Group - afferma il nuovo Direttore Generale Mazzanti – produce e commercializza su scala mondiale dispositivi medici a proprio marchio. 

Avvalendoci di tecnologie all’avanguardia siamo in grado di supportare il cliente in ogni fase - studio, progettazione, produzione e commercializzazione – di qualsiasi articolo. 

Tra gli obiettivi del mio nuovo, stimolante incarico ci saranno la riorganizzazione dei processi interni e la crescita del management presente in azienda”.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento