lunedì 15 aprile 2019

Lugo ricorda l'anniversario della fine del nazifascismo con appuntamenti in tutto il territorio

Riceviamo e pubblichiamo

Lugo si prepara a celebrare il 74° anniversario della Liberazione dal nazifascismo con iniziative in programma nel capoluogo e nelle frazioni.


A San Bernardino sono tre gli appuntamenti in programma. Domani martedì 16 aprile nel centro civico, in via Stradone 47, apre alle 9.30 la mostra “Leggi razziali fasciste (1938) – Alle origini del razzismo in Italia”, curata da Anpi Massa Lombarda. La mostra sarà visitabile fino al 27 aprile dal lunedì al sabato dalle 9 alle 11. Sempre nel centro civico mercoledì 17 aprile è in programma alle 20.30 l’incontro sul tema “Razzismi di ieri e di oggi” con il presidente di Anpi Massa Lombarda Mauro Remondini e il presidente dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea in Ravenna e provincia Giuseppe Masetti. Le iniziative sono a cura dell’Anpi di San Bernardino-Belricetto. Infine, mercoledì 24 aprile alle 10.30 Mauro Remondini incontrerà gli alunni della scuola elementare sul tema “Leggi razziali fasciste – Anna Frank” al centro civico.

A San Potito inaugura mercoledì 24 aprile alle 17 la mostra “L’oblio della Memoria: lo sterminio dei dimenticati”, allestita nel centro civico (ex scuole elementari). Si tratta di un percorso espositivo sulle minoranze internate ad Auschwitz e Birkenau. La mostra, organizzata da liceo “Gregorio Ricci Curbastro” e Istituto Sacro Cuore, sarà visitabile anche giovedì 25 aprile dalle 9 alle 14.

Le celebrazioni per la Liberazione continuano a Lugo giovedì 25 aprile. Alle 9.30 in piazza dei Martiri interviene il sindaco di Lugo, mentre alle 10.15 verranno deposte le corone al ponte della San Vitale sul Fiume Senio. Al cippo dei martiri sarà possibile unirsi alla 16esima edizione di “Nel Senio della memoria”, la camminata della Liberazione lungo il fiume. Inoltre, Daniele Bonaventura di Band’Union si esibirà in “Musiche della Resistenza e delle Rivoluzioni”. Alle 15.30, nel piazzale Cevico, parte la 39esima Pedalata di primavera, evento non competitivo e aperto a partecipanti di tutte le età con il passaggio per la commemorazione al cippo dei Fratelli Bartolotti di Ca' di Lugo. Il ritrovo con consegna biglietti e ristoro è alle 15. La pedalata arriverà alle 16.30 al Pavaglione, dove ci sarà l’estrazione dei premi e il ristoro per tutti i partecipanti.

Nella stessa giornata le celebrazioni arrivano anche nelle frazioni. A Voltana alle 8 parte da piazzale Casa del Popolo il corteo per la deposizione di corone ai cippi dei voltanesi caduti a Giovecca e Belricetto. Alle 9 nella chiesa parrocchiale verrà celebrata la Messa in ricordo dei caduti di tutte le guerre, mentre alle 10 parte, sempre da piazzale Casa del Popolo, il corteo, preceduto dalla Banda musicale e da una rappresentanza del Gruppo Alpini di Lugo, per la deposizione delle corone ai cippi dei partigiani caduti. Al termine del corteo, in piazza dell'Unità, si celebra il 74esimo anniversario della Liberazione con la partecipazione degli alunni delle scuole di Voltana.

A Giovecca parte alle 10.30 da Casa Dalbuono il corteo per la deposizione di corone ai cippi. Alle 11 è invece in programma, davanti al monumento ai Caduti, la celebrazione dell’anniversario della Liberazione. A San Bernardino e Belricetto iniziano alle 10 i cortei dalle rispettive Case del Popolo per il piazzale del cimitero. Alle 10.30 c’è il ricordo del 74° anniversario della Liberazione e alle 11 partenza per la deposizione delle corone ai cippi dei Caduti.

A San Lorenzo alle 9.45 ritrovo presso il piazzale della Casa del Popolo con la deposizione della corona al cimitero e la partenza, alle 10, del corteo con la deposizione della corona al monumento ai Caduti e alla lapide a ricordo di Paolo Medici presso il centro civico. Alle 10.30 viene celebrata la Messa nella chiesa locale, mentre alle 11.15 celebrazioni dell’anniversario della Liberazione, seguite alle 12.30 dal “Pic-nic della Liberazione” con pasta al ragù offerta dagli organizzatori nel parco della scuola. Infine, dalle 14.30 laboratorio di aquiloni e intrattenimento musicale.

A Ca' di Lugo le celebrazioni si svolgono alle 9 con ritrovo davanti al centro civico (ex scuole) con la deposizione della corona alla lapide in memoria dei Caduti e la partenza del corteo per la deposizione della corona al Cippo dei Bartolotti sul ponte del fiume Santerno.

A Villa San Martino alle 11.45 ritrovo nell’area verde intitolata ai Caduti del Polverificio Randi (area ex scuole elementari), dove alle 12 partirà il corteo verso il cippo adiacente la Chiesa Arcipretale, intitolato ai caduti della Seconda guerra mondiale.



Non solo in tutti i Comuni, ma anche nelle singole frazioni, con qualche decina di persone, mancherebbe solo in ogni rione, magari a Ravenna hanno un centinaio di programmi di iniziative....
Da noi ci si sposta in 5 minuti, perchè non concentrare gli sforzi organizzativi ed economici in un'iniziativa di scala regionale?

Arrigo Antonellini   

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento