martedì 9 aprile 2019

Memoria di fiume

Anche Cotignola celebra la Liberazione

Con una serie di iniziative volte alla conservazione della memoria locale e delle vicende che caratterizzarono il fronte del Senio nell’inverno tra il 1944 e il 1945.


Si comincia domani mercoledì 10 aprile, giorno della Liberazione di Cotignola. Alle 8.45 da piazza Vittorio Emanuele II parte il corteo ufficiale per la deposizione delle corone ai monumenti e ai cippi.

Alle 9 al parco Zanzi ci sarà la partenza della camminata rievocativa della Liberazione per ricordare il passaggio del fronte, insieme alle classi terze medie di Cotignola, con la collaborazione dell’associazione Primola di Cotignola e dell’Anpi di Cotignola. La camminata toccherà alcuni luoghi significativi della storia cotignolese e verrà arricchita dalla partecipazione diretta dei testimoni della Liberazione, per concludersi alla scuola secondaria di primo grado "Luigi Varoli": qui, alle 11.30 ci sarà l’Inaugurazione dell’opera pittorica realizzata nell'ambito del progetto “Dal museo al paesaggio” da Marilena Benini e dedicata al fiume Senio e al suo ruolo nella Liberazione di Cotignola, in collaborazione con la professoressa Marzia Bianchi e i ragazzi delle classi terze della scuola media. Canti di Enrico Farnedi ispirati alla Liberazione e al passaggio del fronte sul Senio, letture di Alfonso Cuccurullo e Alessia Canducci. Collabora all’appuntamento il gruppo esperienziale “Le Marmotte”.

Alle 18.30 nella chiesa del Pio Suffragio santa messa in memoria dei Caduti.

Alle 21 al teatro Binario, in viale Vassura 20, “Voci e suoni dal periodo bellico alla Liberazione”: lo storico e musicologo Stefano Grazia introduce l'ascolto di rari brani musicali del periodo bellico e postbellico, riprodotti da antiche lacche suonate dai grammofoni di Matteo Scaioli, partendo da "La preghiera della patria" passando per "I canti di trincea" e arrivando agli albori del liscio romagnolo.

Domenica 14 aprile alle 21, nella chiesa del Pio Suffragio, concerto di pace a cura della corale Alea di Cotignola, con la collaborazione della corale “Henry Dunant” di Lugo.

Mercoledì 17 aprile alle 21 a casa Varoli, in corso Sforza 24, la presentazione del libro guida di Martina Minto intitolato Cotignola Not Found. Uno spaccato della storia di Cotignola assediata per 145 giorni e sottoposta a continui bombardamenti durante le Seconda guerra mondiale. Il volume sarà presentato dall’autrice insieme a Matteo Oltrecolli, presidente della Consulta dei ragazzi, i quali hanno curato la traduzione in inglese. La serata vedrà inoltre la partecipazione di Eloisa Atti (voce e ukulele) che proporrà alcuni brani che parlano di libertà. Conduce l’incontro il giornalista Matteo Mingazzini.

Giovedì 25 aprile alle 9 partirà dalla piazzetta Luigi Zoli, presso il campo di tiro con l’arco, la sedicesima edizione della camminata “Nel Senio della memoria”. Alla partenza Denis Campitelli, Annalisa Salis e Carlo Sella, tre attori che si sono conosciuti alla Bottega dello Sguardo, indosseranno gli occhi di Afra Bandoli, testimone preziosa di Cotignola, che nel 2003 ha pubblicato “Chewingum”, il suo ricordo di bambina ai tempi del fronte.

La camminata proseguirà poi per le successive tappe. Pranzo conviviale nel parco di Masiera (prenotazione obbligatoria entro il 23 aprile al numero 333 8183570).

A Barbiano alle 11, nella chiesa di Santo Stefano, santa messa in suffragio dei caduti e corteo per la deposizione delle corone ai monumenti e ai cippi

Le iniziative sono a partecipazione libera e aperte a tutta la cittadinanza. 


Per ulteriori informazioni, contattare l’Urp del Comune di Cotignola al numero 0545 908871, email urp@comune.cotignola.ra.it, oppure visitare il sito www.comune.cotignola.ra.it


Quante ore di lavoro pagate da noi, quanti costi per una serie di inziative nei nove comuni? Perchè non alcune iniziative di rilievo regionale promosse dal Comune della Romagna Estense, dal'Unione dei Comuni cui sono state state delegate tutte le funzioni dei Comuni, con il Presidente, gli assessori e i consiglieri scelti dal partiti?

ana 

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento