sabato 13 aprile 2019

Secondo appuntamento di Lugo Music Festival

Lo Stabat Mater a Santa Maria in Fabriago

Domnai, Domenica 14 aprile prosegue Lugo Music Festival con lo Stabat Mater di Pergolesi, con due repliche alle 17 e alle 20.30 presso la pieve di Campanile di Santa Maria in Fabriago.


L’appuntamento è stato presentato in conferenza stampa al Salone estense della Rocca di Lugo.


Sono intervenuti per l’occasione Anna Giulia Gallegati, assessora alla Cultura del Comune di Lugo; Luciana Cumino, direttrice della biblioteca comunale «Fabrizio Trisi»; Matteo Penazzi, direttore artistico del Lugo Music Festival; Antonio Cortesi, vicepresidente dell’associazione Lugo Music Festival.

“Dopo il successo del primo appuntamento al Rossini, siamo qui a presentare un evento musicale di grande qualità - ha sottolineato l’assessora Anna Giulia Gallegati -. Non solo: saremo in una cornice particolare, capace di offrire un’atmosfera magica. La pieve di Campanile è uno di quei luoghi del nostro territorio poco conosciuti, ma che ben si prestano a iniziative culturali capaci di valorizzarne la bellezza”.

Lo Stabat Mater è uno dei pezzi sacri tra i più eseguiti e famosi della storia della musica, composto sulle parole di Jacopone da Todi; sarà suonato nella pieve medioevale dedicata alla natività di Maria Vergine durante il periodo pasquale della Domenica delle Palme.

Interpretato dalle voci di Paola Cigna (soprano) e Daniela Pini (contralto), accompagnate dal quintetto d’archi insieme a Chiara Cattani, continuista e maestro concertatore.

Per l’occasione il festival, in collaborazione con la biblioteca “Fabrizio Trisi” di Lugo, ha riportato alla luce la composizione Crucifixus di Giuseppe Malerbi, già insegnante di Rossini. Il brano fu composto alla fine del Settecento per soprano, contralto e archi e sarà eseguito per la prima volta dopo tanto tempo grazie alla trascrizione del compositore e direttore d’orchestra Michele Sarti.

“La biblioteca comunale dispone di una quantità incredibile di documenti storici e fondi, e siamo sempre felici di mettere a disposizione il nostro patrimonio a studiosi e ricercatori - ha sottolineato Luciana Cumino -. In questo caso, grazie alla ricerca, una partitura musicale di grande valore potrà rivedere la luce in quella che è un’operazione culturale di grande pregio, e ringraziamo Lugo Music Festival per aver fatto questo lavoro”.

I biglietti sono disponibili presso la tabaccheria Umberto Ricci Picciloni al costo di 12 euro.

Il concerto è realizzato con il contributo e il patrocinio del Comune di Lugo e il sostegno di Assicoop Romagna Futura, Agente generale UnipolSai Assicurazioni (sponsor principali), Lions Club Lugo, Rotary Club Lugo, Icel Scpa, Leone Srl, Confcommercio, Confesercenti, Cna Ravenna, Confartigianato, Cmp - Lugo Medica, Baroncini, Clorofilla erboristeria, Gruppo Villa Maria.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento