sabato 27 aprile 2019

Sempre più lughesi nascono ravennati

Per quanto tempo ancora ci sarà chi nasce a Lugo?



Là dove si puote è stabilito che con meno di 500 parti annui un punto nascita deve chiudere.

Già da tempo il nostro ospedale è sotto soglia.

Si sono spese tante parole, è attivo un comitato #voglionascerealugo.

Inutile rimpiangere il passato, le 800 nascite "da Daniela Bosi", le tante che venivano a Lugo a partorire....il parto in acqua, la stanza dei fiori, il parto con ipnosi....

Oggi si governa con i numeri.

Sino a quando sarà tenuto aperto un reparto "fuori regola" ?

A quali politici spetta sottoscrivere che non verrà chiuso? Se non lo si firma prima di elezioni comunali e regionali, quando lo si deve fare?

Semmai desta interesse il come si sia arrivati a questo.

Anche qui un solo dato: i medici hanno dichiarato che partorire a Lugo "non è sicuro", come voler vendere un prodotto dichiarando che non è poi mica tanto buono!

A quali medici spetta sottoscrivere che non è così?

A un mese dal voto immediata è arrivata oggi una nota dell'AUSL.

Non si legge il numero delle nascite a Lugo nel 2018, si smentisce ci siano previsioni di chiusura.

Non è di ipotesi, previsioni, che i cittadini hanno bisogno, ma di certezze, della sottoscrizione dell'impegno che si potrà nascere a Lugo in totale sicurezza nei prossimi dieci anni.

Perchè tante lughesi vanno a partorire a Ravenna? Perchè le tante che lo fanno non vengono invitate, gentilmente solo invitate ovviamente, a farlo a Lugo, se non altro per tentare di evitare un eccessivo concentrazione a Ravenna?

Arrigo Antonellini 

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento