sabato 1 giugno 2019

#IORMANGIOSANOCONPIÙGUSTO

Il primo contest social dedicato alla alimentazione dei bambini

La campagna di sensibilizzazione sul web #IORmangiosanoconpiùgusto, nata grazie alla collaborazione tra l’Istituto Oncologico Romagnolo e la dott.ssa Annamaria Acquaviva, presentata con uno showcooking dedicato ai bambini al meeting di Rimini 2018, si è conclusa in questi giorni riscuotendo un grande successo.
Il progetto, che nasce per favorire la prevenzione dell’obesità infantile, fattore di rischio per svariate malattie incluse quelle oncologiche, si è diffuso a macchia d’olio grazie al passaparola sul web. Dai canali social dell’Istituto Oncologico Romagnolo e della dottoressa Acquaviva, a partire da luglio 2018, sono stati condivisi video educativi che si rivolgono a bambini e a genitori, incentrati sul tema della sana e corretta alimentazione, che hanno raggiunto in totale circa 175.000 persone. 

Attraverso questi contenuti, tutte le famiglie del web sono state invitate a partecipare ad un contest di piatti creati dai bambini, a base di frutta, verdura e legumi, ingredienti tipici della dieta mediterranea. Al termine dell’iniziativa sono stati 137 i piccoli chef che hanno partecipato, per un totale di 45 ricette che rispettavano i tre criteri di partecipazione: che il piatto fosse buono da mangiare e bello da vedere, per favorire la creatività; che fosse stato assaggiato e approvato dai piccoli cuochi; e che la preparazione rappresentasse un momento di condivisione in famiglia assieme a mamma e papà.

«Si tratta di un bellissimo risultato per un progetto-pilota che rappresenta un unicum nel panorama nazionale – afferma la dott.ssa Acquaviva – le ricette più originali entreranno a far parte di un video finale di sensibilizzazione che l’Istituto Oncologico Romagnolo promuoverà sui suoi canali social: inoltre, le ricette di tutti i partecipanti faranno parte di un E-book, che verrà anch’esso utilizzato come strumento di sensibilizzazione e di prevenzione. La scelta di concludere il progetto con un concorso di ricette ideate e realizzate dai bambini non è casuale. 

La letteratura scientifica dimostra che coinvolgere i bambini nella preparazione dei pasti è una strategia più utile, ai fini dell’assaggio, rispetto alla semplice imposizione. Le preferenze gustative sono condizionate dall’esperienza e un bambino può rifiutare diverse volte un assaggio prima di convincersi a provare un alimento nuovo verso cui dimostra diffidenza».

«La parte interessante di questo progetto è che viaggiava interamente sulla rete, rivolgendosi ai più giovani con un linguaggio divertente e per loro più comprensibile – aggiunge il Direttore Generale dello IOR, Fabrizio Miserocchi – in un periodo in cui il web è spesso accusato di fomentare i nostri ragazzi a comportamenti scorretti mi sembra si tratti di un bell’esempio di utilizzo virtuoso e responsabile dei canali social. 

Tali strumenti, se utilizzati in questo senso, ci danno la possibilità di intensificare i nostri sforzi di sensibilizzazione verso stili di vita più sani rivolti a bambini e adolescenti, che puntino a creare adulti protagonisti consapevoli del proprio benessere: ringrazio quindi di cuore la dott.ssa Acquaviva, che non solo ha ideato #IORmangiosanoconpiùgusto ma che ha messo l’anima affinché il progetto fosse un successo.»

Genitori, dietisti e nutrizionisti e insegnanti delle scuole di ogni parte d’Italia si sono resi promotori dell’iniziativa nella propria regione e nella propria città, coinvolgendo bambini e famiglie nel concorso.

Si ringraziano, in particolar modo, i referenti del progetto: Emanuela Spiga, Cinzia Frontignano, Francesca Gaudino, Luz Marina Doninelli, Monica Maj, Claudia Ranucci, Gessica Cannuccia, Stefania Moio, Simona De Lorenzo, Monica Artoni e Beatrice Pellitteri. Athletichef, la squadra di famosi Maestri Chef e Pasticceri, pronti a mettersi in gioco per beneficenza, hanno prontamente dato il loro contributo al progetto, coordinati da Mariagrazia Soncini. Infine, da ricordare anche gli importanti sponsor che hanno contribuito al successo dell’iniziativa: l’Unione dei Ristoranti del Buon Ricordo, in particolare La Manuelina di Recco del presidente Cesare Carbone; Il Cavallino bianco, accanto ad Antica Corte Pallavicina, dei fratelli Spigaroli a Polesine Parmense; Hotel Tosco Romagnolo - Ristorante Paolo Teverini a Bagno di Romagna; Albergo del Sole a Maleo e il Ristorante Taberna de' Gracchi a Roma. Da citare anche le collaborazioni con l’azienda Battaglio; Melandri Gaudenzio; e CONAD, da sempre al fianco dello IOR nelle iniziative mirate al benessere e ad una corretta alimentazione.

Paolo Grillandi

Comunicazione - Ufficio Stampa
Istituto Oncologico Romagnolo ONLUS
p.grillandi@ior-romagna.it
www.ior-romagna.it

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento