lunedì 29 luglio 2019

135 persone senza condanna in una nostra prigione

A 41 gradi anche dieci bambini


E' italiana, li porti in Italia!?
I TG non ne parlano quasi più, ne hanno già parlato tanto di altre persone imprigionate su navi, non vende più farlo.

Che poi la prigione sia italiana, una nave italiana e non si possa nemmeno dire vada a casa sua è un dato insignificante, tanto si può comunque dire scendono solo quando vanno a rompere le scatole ad altri, non a noi italiani...

 Noi questa tortura non possiamo non metterla in prima pagina.

Continuano a portare acqua, altre cose, non certo coperte, ai "detenuti": incredibile vedere buttare queste cose e non dargliele in mano!

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli del nostro Governo ha fatto portare la nave al porto di Augusta perchè su più di cento Persone in quella prigione non possono stare. 

Ma il Ministro dell'Interno del nostro governo dice "no, sì che ci devono stare".

Tranne una donna in cinta....

Meritiamo, evidentemente ci piace un Ministro che semina odio.

Se sbarcano girano tutti con il coltello in mano o lo fanno anche gli americani o accoltellano le mogli anche gli italiani?

E se Salvini rinforzasse gli organici delle Forze dell'Ordine e se desse qualche euro in più a chi rischia la vita?

Mentre scrivevo e pensavo se non fosse stato il caso di fare un minuto di silenzio per la tragedia di 150 Persone che hanno perso la vita vicino a noi è arrivata la notizia del giusto lutto oggi per la morte del carabiniere a Roma.

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento