sabato 13 luglio 2019

Il raid aereo Lugo-Mosca

L'arrivo all'aeroporto lughese nel fine settimana 

È previsto per il fine settimana l’arrivo all’aeroporto di Lugo dei dodici velivoli che in questi giorni stanno compiendo il raid Lugo-Mosca.



L’incertezza delle condizioni meteorologiche sta accompagnando i mezzi che, dopo 7.500 km percorsi e un totale di circa 40 ore di volo, stanno facendo rientro nell’aeroporto lughese.

Provenienti da varie aviosuperfici e aeroporti sparsi lungo tutta la penisola, gli equipaggi effettueranno una breve sosta tecnica nell’aeroporto di Lugo, prima di rientrare nelle rispettive località di provenienza.

“Un’esperienza indimenticabile sia sotto l’aspetto aeronautico che umano - spiegano i partecipanti al raid -. I rapporti condivisi con quanti ci hanno accolto lungo la rotta, hanno permesso non solo di dare immagine al nostro Paese e all’Aero Club “Francesco Baracca” di Lugo, organizzatore dell’iniziativa, ma soprattutto hanno consentito di allacciare relazioni interpersonali che ci hanno ampiamente gratificato e che speriamo di poter mantenere anche nell’ottica di future collaborazioni e scambi di esperienze”.

Nel corso del viaggio, i partecipanti hanno potuto visitare la città di Mosca e il museo delle Forze Aeree Russe, oltre a partecipare a una manifestazione aerea e a una serie di incontri conviviali che hanno positivamente concorso alla conoscenza reciproca.

Queste le provenienze degli equipaggi che oltre a quelli dell’Aero Club di Lugo hanno preso parte al raid aereo: Aviosuperficie “Esperti” Cellino San Marco Brindisi, Aviosuperficie “Alituscia” – Viterbo, Aviosuperficie Bovarella Salemi (Tp), Aviosuperficie di Avola, Aviosuperficie di Nepi (Vt), Aviosuperficie "Monticchio Pulsano di Taranto, Aviosuperficie di Calatabiano (Ct), Aero Club Benevento, Aero Club di Comiso, Aero Club di Vercelli e Aero Club di Padova & Ali di Bagnoli (Pd).

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento