sabato 24 agosto 2019

il progetto di valorizzazione naturalistica del bosco di via Dalle Vacche di Conselice

Finanziato dalla Regione


C’è anche Conselice fra i Comuni che la Regione Emilia-Romagna ha finanziato all’interno di un importante investimento (5 milioni e mezzo di euro complessivi) di tutela dei boschi.



Il progetto presentato dal Comune, curato dal Dottore Agronomo Ilaria Enrica Bruzzi, riguardava “Interventi finalizzati alla conoscenza, alla fruizione pubblica e alla valorizzazione naturalistica del bosco di via G. Dalle Vacche in Comune di Conselice”: ed è stato completamente finanziato, per 55 mila euro.

Si tratta di un raro esempio di bosco di pianura, per il quale il progetto presentato (e che quindi verrà realizzato nei prossimi mesi) prevede una valorizzazione naturalistica di protezione, perché si tratta anche di un parco urbano, visto che è inserito all’interno dell’abitato di Conselice.

I principali interventi previsti riguardano allora la protezione e la corretta fruizione del bosco: verranno inseriti nidi artificiali per l’avifauna e cataste rifugio per la fauna minore; verranno realizzati interventi sul bosco (che è di impianto artificiale), volti a farlo maturare verso un ecosistema più stabile e duraturo; e sono in programma diversi interventi per guidare i percorsi di fruizione da parte del pubblico.

Fra questi, ad esempio, l’installazione di pannelli informativi e divulgativi, segnaletica di avvertimento e cartelli dissuasori e staccionate, nonché l’organizzazione di visite guidate con esperti e di eventi per la scoperta della biodiversità forestale. Insomma, si lavorerà per rendere più sostenibile l’attuale fruizione, oggi in parte disordinata e più impattante sui sistemi naturali.

“Il fatto che la Regione abbia inserito il nostro progetto fra quelli finanziati sui boschi ci riempie di soddisfazione – commenta il sindaco Paola Pula -: non solo perché il contributo regionale ci permetterà di realizzare un intervento significativo su una delle più importanti aree verdi del territorio comunale, ma più in generale perché questo importante riconoscimento conferma la nostra volontà, espressa chiaramente anche nelle linee di mandato, di operare al meglio per dare vita ad un comune ancora più verde e più ricco di biodiversità”.

Ufficio stampa: coop. Aleph (Alberto Mazzotti)

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento