lunedì 19 agosto 2019

PD a Bologna si accelera a Ravenna si frena

Ma è un momento storico
di Arrigo Antonellini

Il segretario provinciale del PD: diamoci un'occhiata in giro....
A Bologna c'è la via Emilia, Ravenna è isolata...

Ogni opzione per contrastare l'ascesa della Lega passa dalla formazione di uno schieramento ampio" dice il segretraio regionale Paolo Calvano, con un sospiro di sollievo di fronte al ricompattamento del partito sulla proposta di un dialogo con i Cinque Stelle.

Finalmente un dialogo con chi le elezioni politiche le ha stravinte dopo il no del dopo 4 marzo che ha spalancato le porte del governo del Paese a Salvini, con il suo solo 17 per cento.

"Ci sono visioni che ci dividono - dice il segretario regionale - ma è anche vero che in Consiglio Regionale è capitato che i grillini abbiano votato o si siano astenuti su nostre proposte. Un dialogo è possibile".

"Andiamo a vedere le carte del M5S - prosegue - facciamolo con una sola voce. Alle prossime elezioni regionali abbiamo le condizioni per fare bene, dobbiamo allargare il campo il più possibile contro la Lega con un'allenaza apreta a tutte le forze che non si riconoscono nell'impostazione salviniana".

Lo zoccolo duro ravennate sembra invece frenare.

Il segretario della nostra provincia Alessandro Barattoni: "Le fughe in avanti non aiutano. Siamo nei giorni della deflagrazione della crisi politica che deve ancora essere parlamentarizzata. Solo nelle prossime settimane si capiranno i tempi della crisi e saranno più chiare le posizioni in campo, dobbiamo aprire una franca discussione interna".

Settimane?? Domani in Parlamento si vota e ci giochiamo il futuro politico non del PD, non degli elettori del PD ma dell'Italia, degli italiani!

Apriamo una discussione interna, stiamo ad osservare le posizioni in campo, a vedere cosa fanno gli altri da spettatori??

Ed il PD della Romagna Estense ha le sezioni piene oggi in una "franca discussione interna"? Tace?  Aspetta la linea, nazionale, regionale o provinciale?

I voti per avere i sindaci ce li avete già dati....

Arrigo Antonellini   

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento