lunedì 12 agosto 2019

Ci serve un Governo di scopo

Salviamo l'Italia dai barbari



La scelta di Salvini di portare l'Italia alla crisi per andare all'incasso ha ridato voce a Beppe Grillo.

Tutto si può dire sull'ex comico tranne che sia un politico stupido, ha dato vita ad un movimento che è stato votato poco fa da un italiano su tre.

Evidentemente pensa e propone cose che piacciono agli italiani, il suo vaffa è una versione moderna, adeguata ai tempi, del passo indietro dei politici del Prodi che ha vinto due elezioni e del bisogna rottamare del Renzi che è arrivato al 40 per cento.

Messaggi semplice, diretti, che trovano grande consenso, non certo l'articolata relazione del segretario del PD!!

Salvini avrebbe il 35 ora? 

Quanto meno probabile che i restanti due terzi, quindi una larghissima maggioranza, vogliano però salvare il paese dai barbari, pensano Grillo e Renzi.

Certo, Renzi vuole salvare la sua e le poltrone dei suoi parlamentari amici.

Cosa significa oggi rispettare la nostra legge elettorale che si vota ogni cinque anni e che lo si fa solo anche quando in Parlamento non ci siano altre maggioranze?

Salvare vite umane attraverso l'impiego della nostra Marina e ridare opitalità a chi fugge dalla guerra, dalla violenza, dalla tortura, dalla fame, dai disastri climatici. 

2  Togliere la licenza di uccidere se ti vengono in casa.

3  Evitare la caduta dello spread con la nascita di un nuovo governo (100 punti in più di spread ci costano due miliardi di euro),  la caduta della borsa italiana, il blocco degli investimenti sempre in un paese in campagna elettorale. 

4  Evitare la nostra maggiore spesa di circa mille euro a famiglia per la crescita dell'IVA.

5  Risparmiare 400 milioni di euro di spesa corrente per le elezioni, che ovviamente non sono investimenti e quindi hanno un moltiplicatore quasi zero.

6  Risparmiare 100 milioni all'anno di euro da dare ai politici con il taglio dei parlamentari.

7  Tenere in regola i conti pubblici in accordo con l'Europa.

8  Giocarci un ruolo forte nelle prossime nomine europee, riaprendo un dialogo positivo con i cugini europei.

8  Non dare più poteri alla Lombardia e al Veneto che spaccherebbero l'Iatlia in due

9  Evitare tutti i poteri ad un solo uomo che Salvini vuole andare a riscuotere quattro anni prima del tempo.

10  Evitare il precedente che ogni volta che i sondaggi o elezioni diverse dalle politiche diano previsioni diverse, la politica ci rispedisca a rivotare

Abbiamo già dato su questo, tutti i poteri ad un uomo solo, e anche allora senza spargimento di sangue, solo quando l'uomo solo prese il comando però, non dopo. 

Renzi vuol salvare la poltrona sua e dei suoi amici?

Zingaretti vuole subito il 2 per cento in più al suo partito, la medaglia di legno di secondo partito, facendoci votare per poi fare testimonianza, con la sua medaglia di legno al petto, per dieci anni di governo dei barbari.

Si spacca il PD? 

Chi se ne frega, viviamo ore che fanno la storia del nostro Paese, abbiamo i barbari alle porte, non è una fede il PD, per troppi lo è ancora, c'è ancora troppo zoccolo duro mentre è invece morto da anni il glorioso partito di Gramsci e Togliatti.

Cosa cambia se per dieci anni di un uomo solo al comando, nell'angolo, a fare da spettatori, c'è un partito in più o in meno ad una sola cifra?   



Arrigo Antonellini 



Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento