sabato 17 agosto 2019

Siamo tornati indietro di più di un anno

Il Movimento bussa di nuovo alla porta del Pd
di Arrigo Antonellini


Non è che ci siamo dimenticati che dopo le "recenti" elezioni politiche Di Maio propose un contratto di governo al PD?

"Ma siamo matti" la riposta dei nostri dirigenti, con Renzi che tappò la bocca ai pochi dirigenti che dicevano andiamo a vedere, troppo incazzato il permalosissimo Renzi per quanto gli avevano detto i Cinque Stelle, mentre governava lui.

Fui l'unico a dire che così era il PD il responsabile di aprire la parti ai barbari, al rancore, all'isolamento dall'Europa, alla ricacciata degli "stranieri" alla violenza, alle torture, alle morti di mare di un mare non presidiato dalla nostra marina per salvare vite umane.

Fui infangato da tutti.

Ora i Cinque Stelle che Salvini l'hanno conosciuto meglio, ma dopo il non del Pd non aveva più alternativa, ripropongono di nuovo.

Un altro no e questa volta regaliamo a Salvini con le elezioni non solo il ruolo di vice di Capo?

E dal punto di vista istituzionale si vota ogni volta che i sondaggi danno numeri diversi?

Se ora si vota e tra due anni i sondaggi danno Salvini al 20, rivotiamo di nuovo?

Sbagliare è umano ma perseverare.....

Non basta a dire sì che è disumano avere i porti chiusi di fronte al dramma degli africani, bambini e donne comprese?

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento