Un consiglio ai gretini

Riceviamo da Angelo Ravaglia e pubblichiamo

Mi permetto di dare un consiglio non richiesto ai giovani scesi in piazza per l’ambiente, i cosiddetti gretini, titolo nato per offendere e che oggi può essere considerato un vanto.


Tornati in classe dopo le sacrosante manifestazioni dei “Venerdì per il futuro” (possiamo dirlo in italiano?), cominciate ad interessarvi all’inquinamento locale.

Quello del gas delle auto dei vostri genitori che vi scortano fino alla soglia della scuola; quello delle bottiglie di plastica in distribuzione nei corridoi anche quando l’acqua dell’acquedotto è sanissima; quello delle bibite e merendine piene di conservanti distribuite dai distriutori automatici, etc.

Sarebbe un modo per dare concretezza e credibilità alle vostre battaglie ambientaliste ed abituarvi all’impegno politico anche in previsione del voto ai sedicenni che vi verrà probabilmente concesso.

Pensare globalmente ed agire localmente: uno storico slogan degli ecologisti sempre valido, anzi …sempreverde.

Angelo Ravaglia
( vecchio gretino, 1950)

PS Quado frequentavo le medie, alcune insegnanti fumavano in aula….un po’ di tempo è passato. 

Ultime Notizie

Rubriche