venerdì 15 novembre 2019

Il coraggio di cambiare gli orari dei negozi

Lo sollecita il direttore della Confesercenti Melandri


" Il modo di consumare, comprare è cambiato", dice.



"Non c'è più la massaia che pensa alla spesa, al vestiario per se, il marito e i figli, le donne oggi lavorano, si è sempre di corsa. Serve poter fare acquisti anche la sera tardi quando si esce dal lavoro"

"Gli orari dei negozi vanno ripensati, con la chiusura già alle 19. Quando c'è un evento serale, i negozi possono stare chiusi nel pomeriggio e aprire la sera".

"Non è però una decisione da prendere singolarmente, dove ogni negozio faccia ciò che vuole, deve essere un ragionamento condiviso da tutti".

Anche a seconda delle stagioni, cosa ci fanno i negozi aperti quando il termometro segna 40 gradi e non si può che andare all'iper a fare acquisti dove invece si respira. I negozianti hanno l'aria condizionata ma i clienti a passeggio e davanti alle vetrine no e quindi non si muovono da casa.

Perchè in estate i negozi non aprono la sera, quando non si lavora e gli iper sono chiusi?
Attenzione che gli acquisti on line, comodamente a casa e senza il consumo dell'auto, il parcheggio e il tempo perso, stanno avendo crescite esponenziali.

Rimanendo fermi senza cambiare, conservando ciò che si è sempre fatto, mantenendo "le buone abitudini" (??) si corrono grossi rischi.

Arrigo Antonellini  

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento