lunedì 13 gennaio 2020

Cosa renderà buono quest'anno

Dalla Collegiata


Alla festa delle famiglie fatta a capodanno in Collegiata avevo invitato un amico Maurizio, all'inizio era un po' spaesato perchè  l'avevamo invitato perchè avrebbe passato il capodanno da solo, il figlio era fuori con gli amici e la moglie è morta. 

Ad un certo punto mi ha detto "c'è allegria qui" e allora gli ho detto "la vedi quella donna lì? Le è morto il marito l'anno scorso, e quei due lì? Sono i genitori di del ragazzo della foto dietro di te, e quella lì? Ha fatto la chemio... e a quello lì gli si è rotto un aneurisma... ma lo sai qual'è il motivo per cui scelgo di passare il capodanno qui? Perché c'è più vita qui che in tutti gli altri posti che avevo visto prima anche quando andava tutto bene". 

E dicendolo a lui l'ho ridetto a me, perchè uno quando ha trovato le ragioni per vivere non lascia fuori nemmeno le scelte più banali come una festa di capodanno. 

Poi avere Cristo come ragione di vita non toglie che tante cose io non le capisca, io non capisco perché si devono vivere certi dolori, o perché Dio che può tutto non interrompa la catena delle guerre, o perchè io sto in una casa al caldo e certe persone non hanno niente di niente, non capisco la malattia, non capisco tante cose, e tante volte sapere che c'è la libertà dell'uomo non mi basta per niente. 

Ma sempre più spesso mi viene in mente quel passo che dice che Maria serbava tutte quelle cose nel suo cuore. Io mi sono sempre fermata al fatto che le serbava, che già è tanto, io comincio adesso a serbarle... ma soprattutto cosa succedeva dopo? 

Che non le ha mai trattenute inutilmente, perché quelle cose hanno lavorato dentro di lei, lentamente, dal di dentro, rendendola sempre più di Dio. 

Allora non me ne frega niente se non capisco tante cose, mi interessa di più di serbarle, di custodirle, e di lasciarmi cambiare, e il significato lo Spirito me lo rivelerà se e quando riterrà che sia arrivato il momento giusto. 

(N.N.)

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento