sabato 1 febbraio 2020

Le lettere di Arcangelo Corelli

A Roma per essere restaurate


Le lettere autografe del grande musicista fusignanese Arcangelo Corelli sono arrivate a Roma, all’Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario (Icpal), per essere restaurate.
La consegna è avvenuta  alla presenza del sindaco di Fusignano Nicola Pasi, che si è recato personalmente a Roma.

Dopo le verifiche preliminari e autorizzative con la Soprintendenza di Bologna, sono state consegnate all’Icpal, massima istituzione italiana nel campo del restauro del patrimonio archivistico e librario, tre lettere corelliane per poter procedere alle operazioni di diagnosi e restauro.

Durante la consegna, il sindaco Pasi ha incontrato la direttrice dell'Istituto Maria Letizia Sebastiani e la dottoressa Lucilla Nuccetelli, che ne seguiranno le analisi diagnostiche, il restauro e la conservazione.

“Fusignano e i suoi cittadini sono molto legati alle loro origini e Arcangelo Corelli è parte integrante della nostra storia – spiega Nicola Pasi -. La raccolta fondi lanciata negli scorsi mesi per acquistare le lettere autografe del maestro Corelli testimonia questo stretto legame. Fusignano, Bologna e Roma sono state le tre città di Arcangelo Corelli e lo sono anche per il restauro delle sue lettere grazie alla collaborazione con la Soprintendenza di Bologna e con l’Icpal”.

Le lettere di Corelli sono state donate al Comune di Fusignano da Sergio Baroni dopo una sottoscrizione popolare in sinergia con la Pro Loco.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento