sabato 1 febbraio 2020

Per potenziare la casa della salute di Voltana

Incontri informativi e formativi


Cominciano martedì 4 febbraio gli “Incontri della salute” dedicati alla Casa della salute di Voltana di Lugo.
Gli appuntamenti, tenuti da professionisti del settore sociosanitario (medici, infermieri, assistenti sociali), hanno finalità informative/formative, di promozione alla salute e di rilevazione dei bisogni della cittadinanza per implementare i servizi della Casa della salute di Voltana.

Gli incontri sono in programma alle 20 nel centro sociale Ca’ Vecchia nei martedì 4 e 11 febbraio, 3 e 17 marzo, 7 e 28 aprile, 12 maggio, 9 e 23 giugno. Gli incontri sono rivolti a tutti i cittadini delle frazioni nord del Comune di Lugo (Voltana, Chiesanuova, Ciribella, San Bernardino, Giovecca, Passogatto, Frascata e Belricetto).

“Il percorso formativo e informativo con i cittadini servirà a conoscere i bisogni sanitari e sociali delle comunità coinvolte, aiutandoci a realizzare un servizio utile a loro – dichiara il sindaco di Lugo Davide Ranalli -. La Casa della Salute di Voltana, quella futura che sorgerà a Lugo, i medici di base e il nostro presidio ospedaliero compongono un articolato disegno di presidi territoriali pronti a prendersi cura delle persone. Fin dall’inizio abbiamo voluto ascoltare la comunità di Voltana per garantire risposte appropriate ai bisogni di tutta la popolazione”.

“Questi incontri, che rientrano nella buona pratica dell’empowerment del paziente, prevista nella nostra mission, sono molto importanti per far sì che la cittadinanza abbia una conoscenza dettagliata e precisa dei servizi a disposizione nelle varie strutture, mirata al loro utilizzo sempre più appropriato e proficuo – aggiunge il dottor Maurizio Piolanti, direttore del Distretto di Lugo -. Le Case della Salute rappresentano un presidio molto importante di medicina territoriale e anche un ottimo raccordo con la medicina ospedaliera nell’ottica di una presa in carico sempre più complessiva del paziente, specie cronico, e delle esigenze sue e dei suoi famigliari”.

Nel primo appuntamento, il 4 febbraio, si parlerà con il dottor Riccardo Casadei Casadei e con la dottoressa Tiziana Marzulli delle principali patologie degenerative e di cronicità, come le malattie cardiovascolari, il diabete, la broncopneumopatie croniche e di non autosufficienza. Successivamente si parlerà di: decadimento cognitivo e risposte ai bisogni di cura (11 febbraio), risposta della rete dei servizi integrati alla cronicità e alla non autosufficienza (3 marzo), cadute (17 marzo), attività fisica e benessere (7 aprile), fumo e salute (28 aprile), abitudini alimentari, consumo di alcool e salute (12 maggio), patologie prevalenti nel sesso femminile (9 giugno), RiskER e ondate di calore (23 giugno).

La Casa della salute potrà assicurare un unico punto di accesso ai cittadini garantendo continuità dell’assistenza sanitaria attraverso i servizi ambulatoriali di Medicina generale, quelli infermieristici per la gestione integrata della patologia cronica o di assistenza infermieristica. La sede di Voltana costituirà un punto di erogazione dei servizi la cui sede principale è in via di progettazione a Lugo con la quale in futuro si collegherà. 

Si prospetta che in tempi brevi all’ambulatorio infermieristico della Casa della salute avranno accesso tutti i cittadini, anche provenienti dalle vicine frazioni, che necessitano di attività assistenziali infermieristiche. 

L’accesso avviene sempre attraverso richiesta del medico di medicina generale per gli assistiti che necessitano di prestazioni infermieristiche per le quali è necessario la prescrizione terapeutica farmacologica. Oltre alle attività infermieristiche ambulatoriali erogate secondo il modello di tipo professionale sono da aggiungere le attività che riguardano l’effettuazione dei prelievi.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento