martedì 4 febbraio 2020

“Raccoglitori Creativi”

Antiche tecniche di intreccio del filo di ferro

Visto il successo dei corsi di intreccio realizzati l'anno scorso, sabato 15 e Domenica 16 febbraio 2020, si replica l'esperienza presso l'Ecomuseo delle Erbe Palustri di Villanova di Bagnacavallo.
In queste date l'ecomuseo ripropone le giornate dell'utilizzo intelligente e creativo delle vegetazioni spontanee tipiche della Bassa Romagna e le antiche tecniche di intreccio del Filo di Ferro.

Oltre all'intreccio delle erbe, del salice e della canna, nelle due giornate si presenta un occasione speciale per realizzare stupendi cestini e oggetti decorativi in filo di ferro, dalle forme e decori antichi, che richiamano le mense nobiliari ottocentesche e anche suggestive forme moderne dallo stile più sobrio, alla guida del maestro Gipi dei Malvisi. E' una bellissima opportunità per poter realizzare autonomamente regali e oggetti d'arredo, preziosi perchè personalizzati.

Durante questo fine settimana oltre alla ricca raccolta di trame e intrecci dell'ecomuseo, sarà esposta anche la mostra INTRECCI DAL MONDO.

Ospiti dell'accogliente sede ecomuseale, luogo dell'arte, della storia e della socialità, l’esperienza formativa dei partecipanti verrà arricchita da momenti conviviali quali un piacevole pranzo comune, con prodotti di filiera corta, nell’osteria del museo, allestita per le iniziative d’autunno come LOCANDA DELL’ ALLEGRA MUTANDA.

L'Ecomuseo delle erbe palustri, dedica la massima attenzione ad un turismo esperenziale, che intende far vivere un momento autentico, piacevole, rilassante e formativo, in un luogo magico.

Costo del corso € 90,00 a persona, per entrambe le giornate, tutto compreso.

Il numero di posti a disposizione è limitato, quindi si consiglia di prendere contatti con l'organizzazione quanto prima.

Per informazioni e prenotazioni: Ecomuseo delle Erbe Palustri
via Ungaretti 1 - 48012 Villanova di Bagnacavallo
Tel. 0545.47122 Fax 0545.47950
erbepalustri.associazione@gmail.com
www.erbepalustri.it

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento