sabato 11 aprile 2020

Apriamo non apriamo?

Un problema immenso



Lo scrivevo in tempi non sospetti, nel pieno del dramma, che chiudere era facile, aprire invece un problema enorme.

Quando si decideva di chiudere era facile, al massimo eri in ritardo, ma sul senno del poi..., chiudere, male comunque non faceva, certo si davano colpi mortali all'economia, ma il tema tra aprire o non aprire riguarda solo la sanità, la salute, le vite umane e chiudere le salvava, le salva.

Ora invece che fare? Aprire, come, dove, quando e se aprendo condanno a morte altre persone?

Già da giorni tanti hanno iniziato a spingere, a chiedere, presto anche a protestare come la Confindustria. 

Assolutamente no, dicono i sindacati, prima di tutto la salute.

E presto sarà scontro, forse, perchè no anche scioperi (segnatevelo). 

Dicono no anche gli infermieri, "Se aprite staremo a casa".

E scontro politico ovviamente, anche, qualsiasi cosa deciderà il Governo, le minoranze grideranno che è sbagliato. Che devono andare a casa, che si deve votare, votare ovviamente con la mascherina...

I medici, gli esperti, sono unanimi nel predicare prudenza? Ma stiamo parlando di una cosa che nemmeno loro conoscono.

Comunque si inizia a litigare e sarà sempre peggio...

Siamo sempre noi, e chi diceva che il mostro ci avrebbe cambiato la testa?

Ma domani è Pasqua!

Cambia tutto, la Resurrezione ha cambiato la storia....

Cari auguri a tutti!

La Redazione

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento