mercoledì 22 aprile 2020

E' rientrato dal Brasile Don Nicola Silvestri

Accogliamolo con la preghiera


Immagine di repertorio
Per chi non lo conosce, Don Nicola è stato cappellano a San Giacomo ai tempi di Don Angelo Ceroni e poi è andato in missione in Brasile, prima a Sao Bernardo e poi a Porto Alegre.

Tutti quelli che lo conoscono sanno quanto sia sempre stato un testimone di fede, di mitezza, di discrezione, di operosità.

Ora è ammalato. lui non avrebbe voluto rientrare ma, sicuramente, lo fa per non essere di peso alle persone della missione. 


Al sacerdote che doveva accompagnare Don Nicola é stato impedito di salire sull'aereo a Guarulhos (era necessario un documento del Governo italiano con dichiarazione di permesso di arrivo sul nostro suolo).

Don Nicola è arrivato da solo a Lugo questa notte: un’ambulanza da Lugo è andato all'aeroporto di Roma a prenderlo e lo ho portato direttamente al nostro ospedale.

Venerdì potrebbe essere dimesso per andare a fare un periodo di quarantena obbligatorio per il coronavirus in Collegiata (hanno un appartamentino che si può utilizzare in tal senso) e poi andrà ad abitare in canonica nella parrocchia di San Giacomo.

La quarantena ovviamente non permettete di andarlo a visitare.

Per ora rimaniamo vicini a lui con la preghiera. 

GRUPPO FAMIGLIE - ADULTI
PARROCCHIA SAN GIACOMO MAGGIORE APOSTOLO
PARROCCHIA SAN GABRIELE



A Sao Bernardo è rimasto solo Don Sante che ha avuto un ictus tempo fa, celebra solo la Messa.  Il Progetto Lugo-Sao Bernardo, dopo quarant'anni, ora più che mai va assolutamente ristrutturato, ripensato completamente in modalità diverse, concordate tra Don Francesco Commissari, per il Centro Missionario Diocesano e Davide Ranalli, per il Comune di Lugo. Certo da qualche mese c'è il coronavirus che mette tanti in ancora più difficoltà, ma da sempre, come ci ha insegnato Don Nicola, c'è un mondo che soffre la fame che vive in condizioni disumane.

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento