venerdì 17 aprile 2020

La Camera di commercio di Ravenna scende in campo a sostegno del sistema delle piccole e medie imprese

Un milione di euro per far fronte all’immediata esigenza di liquidità 

In una riunione convocata d'urgenza in modalità telematica dal presidente Giorgio Guberti, la Giunta della Camera di commercio di Ravenna ha approvato un intervento straordinario, che sarà condiviso con il Consiglio camerale il prossimo 30 aprile, con l'obiettivo di scendere in campo in modo significativo e concreto a sostegno delle imprese ravennati in questo momento di forte crisi.



L’ente camerale ha infatti stanziato 1 milione di euro, di cui il 10% dedicato al settore agricolo, da destinare all’abbattimento dei costi per l’accesso al credito, contribuendo così in modo fattivo e immediato all’indifferibile richiesta di liquidità che viene dalle imprese in questo drammatico frangente legato all’attuazione delle disposizioni per il contenimento del Covid-19.

Di fronte alla terribile emergenza economico-finanziaria, oltre che sanitaria, le Camere di commercio della regione hanno condiviso una linea d’intervento che prevede la costituzione di un fondo regionale gestito e coordinato da Unioncamere Emilia-Romagna che integrerà il fondo di 10 milioni di euro approvato dalla Regione Emilia-Romagna e finalizzato all’erogazione di contributi in conto interessi attualizzati e all’abbattimento del costo della garanzia alle PMI del territorio per il tramite dei Confidi. Ciascuna Camera di commercio delibererà il proprio apporto al fondo, secondo le proprie disponibilità, apporto che verrà riversato esclusivamente alle imprese del territorio di competenza nel rispetto del vincolo di destinazione territoriale.

L’impresa, per chiedere il contributo, dovrà semplicemente avere una delibera di concessione del credito con garanzia dell’80%, su un finanziamento massimo agevolato di 150.000 euro con durata di 36 mesi (compresi 12 mesi di preammortamento). Il contributo massimo concedibile sarà di 15.000 euro, erogato subito attraverso i Confidi ammessi alla ripartizione del fondo regionale, a copertura degli interessi da restituire nei 36 mesi successivi. Una immissione immediata di liquidità che darà una boccata di ossigeno alle imprese attraverso un finanziamento, di fatto, a tasso zero.

“Questo milione di euro, che è stato possibile stanziare grazie alla volontà della Giunta camerale di utilizzare, in un momento così drammatico per la nostra economia, parte dell’avanzo patrimonializzato, si unisce alle ulteriori risorse già preventivate a favore delle imprese per l’anno in corso, pari a 1.370.000 euro, che comunque rimangono confermate – evidenzia Giorgio Guberti, presidente della Camera di commercio di Ravenna. 

Un importo complessivo per il 2020 di oltre 2.370.000 euro destinato ad interventi economici a favore dello sviluppo del territorio, che va ad integrare gli oltre 25 milioni stanziati nel corso degli ultimi sette anni. 

Uno sforzo enorme, che avviene dopo che la riforma ha tagliato le entrate degli enti camerali del 50%, e che la Camera di commercio di Ravenna ha messo in campo, in sintonia e unità d’intenti con tutte le Associazioni di categoria del territorio, dimostrando un alto senso di responsabilità e superando ogni differenza per dare alle imprese del territorio una risposta d'eccezione – continua Guberti. - 

L’auspicio è quello di poter facilitare, insieme alla Regione Emilia-Romagna e al sistema camerale regionale, l'accesso al credito al maggior numero possibile di imprenditori, tra le decine di migliaia che si stanno trovando a dover fronteggiare questa terribile emergenza. Mi sento di affermare che, anche grazie a questo intervento, risulta in modo ancora più chiaro ed evidente il ruolo che questa Camera di commercio svolge a favore dell’economia del territorio e del sistema imprenditoriale”.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento