giovedì 9 aprile 2020

Politica

La sanità deve essere una competenza statale

Il trasferimento alle Regioni è stato uno dei (tanti?!) grandi errori della sinistra. Ci voleva il coronavirus per capirlo?

Forse che il mostro che quando è a Piacenza o a Rimini, si ferma e torna indietro perchè trova il filo spinato, la dogana?

Abbiamo per fortuna un Servizio Sanitario Pubblico, Nazionale; il diritto alla salute è un diritto costituzionale, il primo dei nostri diritti che deve essere garantito attraverso le tasse che paghiamo allo Stato, come difatti è, non pagato con la piccola addizionale regionale.

E i miei soldi per curarmi poi vengono trasferiti ad altri, in base a cervellotici criteri.

Com'è possibile che questo diritto sia garantito a me, in modo diverso da come è garantito a Mario Rossi che abita a Palermo, perchè da me il governatore è Carlo Verdi  e a Palermo Luigi Bianchi?

E che cambi, il come vengo curato, se dopo a Carlo Verdi a governare da me viene Arrigo Antonellini??

Certo che la gestione dei fondi debba essere decentrata, alle AUSL, ma il "governo" della  sanità spetta al "Governo" nazionale, come dice la Costituzione, se gli italiani hanno tutti gli stessi, uguali, diritti.

Arrigo Antonellini 

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento