martedì 12 maggio 2020

Filastrocca

Riceviamo da Roberto Cumali e pubblichiamo

Se oggi hai paura ad uscire
non impazzire
uscirai domani
mettiti la mascherina che gl'occhi si notano di più e son più belli di prima
prendi il sole , osserva la luna ,fatti accarezzare dal vento , a nessuno i tuoi capelli spettinati provocano sgomento
senti la città e piano piano il suo risveglio


non importa se non sarà lontano la tua meta
Maiorca , Minorca oppure Creta
i lidi son nostrani e tutti chiedono di noi e ci lasciamo guardare
godendoci il vicino mare

sotto l'ombrellone
dimentico qualsiasi discussione , ogni tipo di polemica
come fosse sempre domenica
l'orizzonte stuzzica i pensieri
stuzzica la sete
io qua ci sto bene
dopo tutto questo parlare di ospedale
ora siamo finalmente al mare

siamo buffi , quasi imbarazzati
ci cerchiamo quasi stralunati
strana questa sensazione qua
o forse è solo
libertà

il bambino ridente si riprende l'altalena
il bambino sorride alla mamma distante

finalmente serene , tutte quante
cerca condivisione della gioia
ha capito che adesso si può
e la maschera sul mento non gli sta male
si diverte come fosse ancora carnevale

riprendiamoci il nostro tempo
tutto quel che c'era
ricordiamoci
è primavera
ma non abbassiamo la guardia
pensate dove prima eravate
che sta per arrivare
l'estate

e concludo adesso
ancora un attimino
come diceva il grande Guerra Tonino
" l'ottimismo è il sale della vita "
Dai
è tutto a posto
abbiamo vinto la partita

Roberto Cumali



Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento