giovedì 21 maggio 2020

I CRE della nostra Diocesi

Coinvolge più di duemila persone

L'Estate Ragazzi, tutti gli anni organizzata dalla Pastorale giovanile diocesana, è ormai un punto di riferimento per bambini, ragazzi, educatori ed animatori.

Quest'anno ovviamente i punti interrogativi sono purtroppo ancora tanti. 

"Partiamo però da una certezza - afferma Sara Fantini che sta seguendo la vicenda - vogliamo fornire un valido sostegno in primis ai tanti bambini e ragazzi che sono "in reclusione" potendo vivere il rapporto amicale, poi alle famiglie".
Della necessità di superare le difficoltà è convinto il Vescovo Giovanni Mosciatti che allo scopo ha incontrato le istituzioni ecclesiastiche e laiche, le associazioni e le cooperative.

Si opererà in piccoli gruppi per fasce d'età, si definiranno le modalità di accesso e di accompagnamento con la sanificazione.

"Sono già presenti - dice Fantini - alcune linee guida generali a cui le varie realtà educative possono ispirarsi per iniziare a mettere le fondamenta del campo estivo 2020".

"Il punto fermo da cui partire - dice poi il direttore della Pg don Samuele Nannuzzi - è il dialogo, lavorare insieme". 

A Imola si è già tenuto un incontro  del tavolo scuola convocato dal Commissario straordinario Nicola Izzo, mentre entro la fine del mese è in programma un nuovo incontro, anche con la presenza della Pastorale Giovanile Nazionale.    


E nella Romagna Estense?

ana

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento