venerdì 15 maggio 2020

La tenerezza di un bambino che prega Dio nelle strade deserte

Una foto dal Perù


Una foto, simbolo di speranza, in questi giorni sta facendo il giro del mondo: l’immagine è stata scattata dalla fotografa Claudia Alejandra Mora Abanto, che ha anche raccontato la storia su Facebook.

Un bambino rivolge una preghiera a Dio, in una strada desolata del Perù. Si inginocchia, le mani giunte, chiede al Signore di porre fine alla pandemia del Coronavirus.

Così la descrive la fotografa:

“Vi racconto la storia di questa foto che ho scattato qualche ora fa.

Oggi nel quartiere ci uniamo per pregare e chiedere a Dio una soluzione per la situazione di emergenza che stiamo vivendo, per condividere speranza e fede.

Ho approfittato di pochi minuti prima che le persone uscissero dalle loro porte a pregare per fare una ripresa di tutte le candele, quando ho visto questo bambino”, racconta.

“Gli ho chiesto cosa facesse e mi ha risposto nella sua innocenza che voleva chiedere una cosa a Dio e che era uscito perché a casa sua c’era molto rumore, e Dio non sarebbe riuscito ad ascoltarlo e ad esaudire il suo desiderio”.

Poi conclude: “E’ stato bello essere testimone dell’amore e della fiducia di quel bambino a Dio. Che la fede non muoia mai”.

Anche noi vorremmo sempre che l’innocenza e il candore di questo bambino albergassero dentro i nostri sentimenti, nonostante che la nostra età avanzi e ci renda spesso il cuore un po' troppo duro e distratto rispetto alle emozioni più profonde.

A volte basta il cuore tenero di un bambino per farci vedere i valori essenziali della vita.

Tiziano Conti

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento