lunedì 25 maggio 2020

Le opere sostitutive del passaggio a livello della linea Castel Bolognese-Ravenna a Bagnacavallo

Rfi ha indetto il bando di gara 

Per la “Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di realizzazione delle opere sostitutive del passaggio a livello al km 17+748 della linea Castel Bolognese-Ravenna in Comune di Bagnacavallo (Ra)”.





Possono presentare offerta tutti gli operatori economici che risultino iscritti al Sistema di Qualificazione di Rete Ferroviaria Italiana e che siano in possesso dei requisiti richiesti in ogni successiva fase del procedimento di gara, senza soluzione di continuità.

La scadenza è il 26 giugno, poi la commissione Rfi procederà con la fase di aggiudicazione.

L’importo a base d’asta è di 9.277.435,25 euro escluse Iva e spese tecniche, mentre il costo complessivo del progetto è di circa 12 milioni e 850mila euro, oltre la metà dei quali finanziati dal Comune di Bagnacavallo con contributi di Rfi, Regione e Provincia.

«La pubblicazione della gara è certamente un risultato importante – commenta il sindaco Eleonora Proni. – Parliamo infatti di un’opera fondamentale per il nostro territorio, non soltanto comunale, e attesa da tempo da cittadini e imprese. Si tratta comunque come noto di una procedura complessa, che richiederà tempo. Una volta conclusa, avremo il cronoprogramma aggiornato dell’intero intervento.

Come Amministrazione comunale continueremo a seguire, assieme a Rfi, questo percorso che vede oggi un passo concreto verso la sua realizzazione.»

Il progetto prevede il superamento delle problematiche connesse al passaggio a livello di via Naviglio a Bagnacavallo. Ciò avverrà attraverso la realizzazione di un nuovo tratto di viabilità della lunghezza di circa un chilometro che collegherà – attraverso tre nuove rotatorie e un sottopasso ferroviario in via Bagnoli Superiore – la strada provinciale San Vitale con l’area produttiva posta sulla provinciale Naviglio nei pressi della rotonda di immissione sull’A14Dir.

Una volta terminati i lavori si avranno effetti molto positivi – per un’area ben più ampia del Bagnacavallese – in termini di viabilità, sicurezza del traffico, qualità dell’aria, ammodernamento del territorio e migliori condizioni per le imprese.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento