giovedì 21 maggio 2020

Mercato bagnato...

Mercato fortunato!
di Lucia Baldini



La pioggia ha salutato il primo mercato della fase due.





Ma nonostante ciò si è registrato un buon afflusso di pubblico, per provare a ricostruire quella normalità che tanto è mancata da mesi, un appuntamento che per la Bassa Romagna è ed è sempre stato qualcosa di più che un momento di acquisti.

Decisamente buona la varietà degli aticoli in vendita.

Gli ambulanti hanno occupato in genere gli spazi precedenti e questo ha facilitato gli acquirenti.



Giovanna G. e Angelo B. vendono abbigliamento per bambini. Inutile chiedere l'entità delle perdite economiche derivate dal Covid 19, ma abbiamo provato a valutare con loro la ripartenza.

 Lunedì erano ad Alfonsine e le clienti hanno apprezzato la loro presenza, fra volontari che controllavano il corretto impiego della mascherina e offrivano gel igienizzante.Martedì mercato a Massa Lombarda. Ieri a Lugo, poco lontano dalla biblioteca. Oggi ad Argenta, domani di nuovo a Massa e sabato a Imola.

E' un processo lento, affermano, il denaro che circola è poco, purtroppo. I prezzi non sono stati ritoccati, una sfida che sottolinea un ottimo livello di correttezza e onestà, doti che sicuramente saranno riconosciute e premiate.

Invece gironzolando sotto la pioggia è stato inevitabile biasimare qualche altro comportamento. Eccone uno, basti per tutti.



D'accordo, si è rotto un elastico, ma non è una buona ragione per abbandonarla a terra. Come non è una buona ragione liberarsi dei guanti buttandoli nel fosso, come accade in alcuni supermercati di Lugo. L'ho già detto, l'ho detto da subito ma non è servito. Repetita iuvant. Aumentiamo il numero dei bidoni, chissà se capiamo che guanti e mascherine vanno nell'indifferenziata. Facciamo anche noi la differenza.

Lucia Baldini
Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento