mercoledì 13 maggio 2020

Operazione Antidroga “Robbed Cheese”

Esecuzione misure cautelari nei confronti di 11 soggetti

Sulla scorta di risultanze probatorie acquisite nel corso di una articolata attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Ravenna e condotta dalla locale Squadra Mobile da settembre 2018 a maggio 2019, il G.I.P. presso il Tribunale di Ravenna, dott. Janos Barlotti, condividendo in toto la richiesta avanzata dal P.M. titolare dell’indagine, dott.ssa Lucrezia Ciriello, ha emesso ordinanza applicativa di misura cautelare nei confronti di 11 persone (di cui 7 italiani, 3 albanesi ed un cittadino marocchino), a carico delle quali sono stati raccolti gravi elementi di responsabilità penale in ordine al traffico e spaccio di droga in provincia, nel periodo indicato.


Agenti della Questura di Ravenna, coadiuvati da equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Emilia Romagna Orientale e da unità cinofile antidroga, hanno eseguito le 11 citate misure restrittive nel territorio provinciale, concludendo un filone investigativo ravennate che ha smantellato una capillare rete di spaccio di droga posta in essere da un articolato sodalizio costituito da persone di origine italiana e albanese attive in Romagna nella provincia di Ravenna.

Nel contesto dell’operazione, che ha visto il coinvolgimento di 50 uomini della Polizia di Stato si è dato corso, inoltre, a perquisizioni presso abitazioni ed attività commerciali delle persone destinatarie del provvedimento cautelare, da eseguirsi in carcere per otto di loro. 


Le persone sottoposte a cautela in regime carcerario sono state associate presso le Case Circondariali di Ravenna e Forlì a disposizione dell’A.G. procedente:

N.F. 35enne albanese;

G. X., 35enne albanese;

G. D., albanese classe ‘92;

F.R., 55enne cervese;

Z.N., 35enne lughese ;

S.J. 43enne originario del Marocco

U.M. 49enne tarantino;

B.I., 39enne originario di Lugo;

Nei confronti di uno degli indagati, il 36enne lughese F.D., il G.I.P. ha disposto la misura dell’obbligo di dimora, mentre per ultimi due indagati, il 28enne ucraino M.B. e la ferrarese 53enne T.D. è stata applicata la misura dell’obbligo di presentazione alla p.g.

L’attività di Polizia Giudiziaria ha consentito di acquisire utili elementi per il proseguo delle indagini oltre che al sequestro di 25 grammi di cocaina, 2 flaconi di MDMA, 70 grammi di marijuana e la somma di 11.000 euro, provento dell’attività illecita, destinata alla confisca.

Le indagini, nelle fasi operative avevano già condotto complessivamente al deferimento all’A.G. di 16 persone, di cui 11 arrestati in flagranza di reato, ritenute coinvolte nel traffico di stupefacenti, al sequestro complessivo di ingenti quantitativi di droga, in specie 8 KG di cocaina e 15 KG di marijuana, oltre ad una pistola con relativo munizionamento, oltre alla somma di 130.000 euro in contanti ed un’auto ai fini di confisca.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento