martedì 5 maggio 2020

Pasti e medicine a domicilio e consegna di mascherine

Il ringraziamento della consulta di Voltana

La consulta di Voltana – Chiesanuova – Ciribella e la sua presidente Valeria Monti desiderano ringraziare tutti coloro che hanno collaborato per affrontare al meglio l’emergenza sanitaria in corso e aiutare tutte le persone in difficoltà del territorio.

“La collaborazione con il sindaco di Lugo Davide Ranalli, tutta l’Amministrazione comunale, la Protezione civile, i nostri medici di medicina generale e i farmacisti è stata costante – spiega Valeria Monti -. Particolare attenzione è stata rivolta alla fascia di popolazione anziana, più fragile, che vive spesso da sola. Io e la vice presidente Rita del Priore abbiamo contattato queste persone, utilizzando i tabulati della Protezione civile, per ascoltare eventuali problematiche, dare qualche consiglio, e soprattutto per far sentire la vicinanza della comunità”.

Sono stati numerosi i servizi messi in campo nel territorio per i cittadini in difficoltà, come la consegna dei pasti, della spesa e delle medicine a domicilio, grazie alla disponibilità dei volontari del centro Ca’ Vecchia e ai ragazzi del Banco Alimentare. La cartoleria Biroblù ha provveduto a recapitare al domicilio delle persone in difficoltà il giornale e le ricariche telefoniche per aiutare mantenere i contatti con parenti e amici, provvedendo anche al pagamento delle bollette in scadenza.

“Le pizzerie locali si sono organizzate con la consegna a domicilio, mentre il bar della Stazione nei fine settimana ha consegnato a casa le colazioni – continua la presidente della Consulta -. Volevamo che nessuno si sentisse solo e credo che finora ci siamo riusciti. Vorrei innanzitutto ringraziare i nostri concittadini, soprattutto i più piccoli, che hanno risposto con straordinaria consapevolezza e compostezza al difficile momento che stiamo attraversando. 

I voltanesi hanno capito che ‘nessuno si salva da solo’ non era solo uno slogan ma, come sempre nella storia di questa comunità, la via maestra per proteggere sé stessi e gli altri. Che le regole non sono una fastidiosa imposizione ma, se tutti le applichiamo, l’unico modo per difenderci”.

Tante le iniziative anche del Club delle Cucitrici, che si sono organizzate fin da subito per realizzare mascherine da distribuire gratuitamente ai cittadini presso la Delegazione comunale. Attualmente le cucitrici sono impegnate a realizzare cuffie per le infermiere dell’ospedale e ben presto comincerà la produzione di mascherine per i bambini.

“Questa pandemia – conclude Valeria Monti - ci ha insegnato il valore di una comunità solidale e l’importanza strategica del binomio virtuoso medicina del territorio-ospedale. 

Questo ci spinge a continuare con ancora maggior determinazione nel nostro impegno, insieme al sindaco Ranalli, per potenziare i servizi della Casa della Salute di Voltana ed estenderli alle frazioni vicine perché, come ci dimostra l’esperienza di questi mesi, molte problematiche possono essere risolte a domicilio, magari con la telemedicina, senza intasare i Pronto Soccorso.

Come dice il sindaco Ranalli, ripensare e riorganizzare le nostre comunità mi sembra il modo migliore per rispondere alla sfida di questo terribile virus”.

“Il nostro territorio in questa emergenza ha saputo dimostrarsi unito e solidale con chi si trovava in difficoltà – commenta il sindaco Davide Ranalli -. Abbiamo avuto la conferma che Lugo è una città solidale, in cui ognuno cerca di fare la propria parte per non abbandonare chi ha bisogno. 

Un grande lavoro in queste settimane è stato fatto dalle consulte, che si sono subito attivate a favore della propria comunità. Grazie quindi alla consulta di Voltana e ai volontari che hanno lavorato ogni giorno per non lasciare nessuno indietro”.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento