Protocollo d’intesa

Per il Pavaglione

Comune
di Lugo, Cna, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti hanno
condiviso il Protocollo d’intesa per il rilancio economico e il
sostegno alle attività commerciali e artigianali del Pavaglione.


Il
documento ha lo scopo aiutare e sostenere le realtà insediate in
immobili di proprietà del Comune di Lugo, colpite duramente da
questa emergenza sanitaria e dalla prolungata chiusura.

Questo
Protocollo d’intesa è frutto di un lungo e concreto lavoro fatto
con le associazioni degli imprenditori – dichiara il sindaco di Lugo
Davide
Ranalli

-. Un documento che testimonia una cosa: non ci siamo dimenticati dei
commercianti e degli artigiani che stanno soffrendo per questa
emergenza. Abbiamo lavorato fin da subito con tutte le realtà
coinvolte per sostenere le attività del centro e continueremo
mettendo in atto tutte le misure possibili. Non ci dimentichiamo
neanche delle attività che non si trovano sotto al Pavaglione. Anche
per loro stiamo studiando soluzioni per il loro sostegno”.

Il
Protocollo d’intesa prevede la collaborazione tra i sottoscrittori
per
semplificare
i percorsi di accesso al credito durante la fase emergenziale

e sviluppare iniziative di rilancio del Pavaglione, anche attraverso
il sostegno di un organismo aggregativo che possa stimolare proficue
sinergie e ottimizzare le risorse disponibili. Inoltre, si prevede di
collaborare per mettere a punto un piano di misure atte ad agevolare
la ripresa delle attività, massimizzando gli esiti degli interventi
governativi e regionali implementando e integrando interventi
comunali, anche di competenza dell’Unione dei Comuni della Bassa
Romagna, sul fronte dei canoni di locazione, della Cosap, della Tari
e dell’imposta di pubblicità. Per rilanciare i consumi e
l’attrattività del Pavaglione e del centro storico di Lugo, il
documento prevede un pacchetto di misure a sostegno delle imprese,
che comprenderanno le determinazioni assunte dall’Amministrazione
comunale in esito all’approfondimento sul tema della rinegoziazione
dei canoni
richiesta dai locatari e delle relative compatibilità
giuridiche ed economiche, secondo un iter da completarsi entro la
fine di quest’anno.

Il
Comune di Lugo si impegna

quindi ad avviare percorsi di coprogettazione per assistere e
supportare le attività ad accedere ai finanziamenti sulla base delle
risorse disponibili a livello comunitario e regionale, in
collaborazione con gli altri firmatari. Inoltre, l’Amministrazione
comunale assisterà gli operatori economici durante il periodo
dell’emergenza, raccogliendone i bisogni e costruendo percorsi
semplificati per eventuali provvedimenti amministrativi necessari.
L’impegno prevede anche la rimodulazione, sulla base degli
indirizzi del Governo, della tassazione locale, delle tariffe
applicate e/o dei canoni di locazione, compatibilmente con il
bilancio dell’Ente
e con le disposizioni in materia. Saranno
promosse e sostenute le iniziative per il rilancio del Pavaglione,
semplificate le procedure amministrative per la gestione delle
pratiche delle iniziative di rilancio economico, anche in
coordinamento con gli uffici dell’Unione. Infine, l’Amministrazione
comunale si farà promotrice e portavoce presso l’Unione dei Comuni
della Bassa Romagna affinché vengano adottate tutte le opportune
misure a sostegno del sistema diffuso delle imprese.

Le
associazioni
di categoria si impegnano

ad attivare le proprie strutture consortili di garanzia fidi per
sostenere le politiche di investimento delle imprese, ad avviare
percorsi di coprogettazione per assistere e supportare le attività
ad accedere ai finanziamenti sulla base delle risorse disponibili a
livello comunitario e regionale, in collaborazione con gli altri
firmatari e ad assistere le imprese durante la fase di pubblicazione
e di validità dei bandi, dando loro supporto informativo e
interpretativo.


Non mancano l’uso del tempo futuro, i “si prevede”, gli approfondimente da fare…

ana

Ultime Notizie

Rubriche