lunedì 8 giugno 2020

I 32.255 lughesi non hanno potere nel Comune della Romagna Estense

"Non ho l'obbligo di partecipare"
di Arrigo Antonellini


La risposta del Sindaco di Lugo Ranalli alla capo gruppo di "La Buona Politica", Roberta Bravi nella dura polemica dell'ultima seduta del Consiglio Comunale. 

Tema il dato che il Sindaco di Lugo non abbia nessuna delega nella Giunta dell'Unione.

"Lei - ha detto Ranalli - purtroppo non sa, perchè non ha le competenze e le capacità per sapere queste cose, ma la informo che non sono membro del Consiglio dell'Unione. Io come Sindaco sono membro della Giunta e non avendo deleghe non ero obbligato a partecipare, dato che i Sindaci partecipano quando c'è qualche tematica di loro competenza che riguardi le loro deleghe". 

La Bravi aveva presentato un'interpellanza per conoscere i motivi delle assenze di Ranalli. 

Dopo le sue dimissioni nel novembre scorso rifiutò qualsiasi delega.

"Non voglio deleghe - dichiarò - finchè non ci saranno le condizioni le condizioni per un riavvicinamento".

"Se da parte di Ranalli - ha detto tra l'altro la capogruppo - c'è qualche risentimento all'interno del suo partito, lo invitiamo a metterlo da parte, inizi a lavorare insieme agli altri sindaci, in squadra, senza rivalità e personalismi, quando ci si assume l'impegno di amministrare il bene pubblico le cose non si fanno perchè obbligati ma perchè necessarie ed opportune".

Si continua a sottovalutare che da tantissimo tempo i nostri Sindaci hanno delegato il governo delle funzioni di loro competenza all'Unione dei Comuni, ai suoi organi, alla Presidente (Eleonora Proni), alla Giunta (i sindaci con delega) e al Consiglio, di quello che è ormai il Comune della Romagna Estense. 

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento