sabato 6 giugno 2020

Non se ne può più che i dati della Lombardia scasinino tutto

Giovedì la Lombardia aveva fatto solo un quarto dei tamponi

di Arrigo Antonellini

"Perchè c'era stato il ponte del 2 giugno", qualcuno prova a difenderli, ma il ponte c'è stato solo in Lombardia?
Possibile che i tecnici che commentano i dati nazionali debbano sempre perdere tempo a parlare della Lombardia, non perchè ci sono più casi, ma perchè scasinano i dati, la cui conoscenza è un diritto di tutti gli italiani e prima ancora dei politici, dei decisori sulla qualità della vita di tutti gli italiani.

Inutile confrontare i 518 nuovi positivi e i 1886 guariti di ieri con rispettivamente i 177 e i 957 di giovedì, se giovedì i tamponi erano stati tantissimi di meno.
Sembra si divertano a comportarsi in modo diverso!!
A cosa serve interpellare professori a commentare dati che qualcuno si diverte a "falsificare" quasi fosse un gioco.

La' dove, dice chi governa lì, c'è il miglior sistema sanitario nazionale!

Solo due dati "puliti", le ancora altre 22 persone in meno in terapia intensiva, dove rimangono meno di 400 ricoverati e gli 85 decessi, tre meno di giovedì.

ana

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento