martedì 23 giugno 2020

Ravenna e l'Emilia-Romagna possono diventare il polo tecnologico mondiale per la filiera dell’energia sostenibile

L'annuncio del Presidente Conte

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al termine degli Stati generali, ha annunciato che a Ravenna nascerà, grazie al progetto di Eni, il più grande centro per il sequestro e stoccaggio della CO2 al mondo.


L’impianto fa parte del progetto “Impresa 4.0 Plus” che ha tra gli obiettivi la decarbonizzazione e il maggiore sviluppo di parchi FV ed eolici.

“Abbiamo lavorato alacremente in questi anni – ha dichiarato il consigliere regionale Gianni Bessi - affinché Ravenna e l'Emilia- Romagna, con l’ecosistema industriale, le relazioni e le competenze che hanno saputo creare, potessero diventare il polo tecnologico a livello europeo e mondiale per l’energia sostenibile. 

Il mix di gas naturale e fonti rinnovabili, il recupero e riciclo dei materiali e le nuove tecnologie sono una sfida che l'Italia non può perdere e la nostra città e la nostra regione, possono essere al centro della transizione energetica. 

Un grande lavoro è stato presentato in questi anni dalla manifestazione OMC, con ENI e insieme all’imprenditoria locale, al nuovo hub portuale e alle amministrazioni. Siamo all'altezza della sfida dell'economia circolare. del new green deal europeo.”

 Veronica Balbi

Ufficio stampa e comunicazione

PARTITO DEMOCRATICO RAVENNA
Tel +39 0544 281621

 


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento