sabato 11 luglio 2020

Anche Bagnacavallo "città che legge"

La qualifica conferita dal Centro per il libro e la lettura

Il Comune di Bagnacavallo ha ottenuto per il biennio 2020-2021 la qualifica di Città che legge, conferita dal Centro per il libro e la lettura, istituto autonomo del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, d’intesa con l’Anci, l’Associazione nazionale dei comuni italiani.


Il riconoscimento viene conferito alle amministrazioni comunali che si impegnano a svolgere con continuità politiche pubbliche di promozione della lettura sul proprio territorio, riconoscendo nella lettura il valore condiviso di strumento in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva e di sviluppo della crescita socio-culturale delle comunità urbane.

Il Comune di Bagnacavallo ha ottenuto la qualifica di Città che legge grazie ai numerosi progetti di promozione della lettura destinati ai più piccoli, quali le Letture per crescere e gli incontri con le scuole del territorio, e alle rassegne di presentazioni di autori e libri come il Writers’ corner e il Bibliocaffè, nonché al progetto di diffusione trasversale della lettura attraverso il bookcrossing cittadino Libri da prendere in giro, promosso dalla Biblioteca comunale insieme all’associazione Amici dell'Abbondanza.

«La qualifica di Città che legge a Bagnacavallo – commenta l’assessore alla cultura Monica Poletti – è un riconoscimento molto importante per la nostra città, che in particolare attraverso la Biblioteca comunale Taroni di Bagnacavallo e la Sala di Lettura G. Gagliarini di Villanova garantisce e stimola vicinanza alla lettura, universalmente riconosciuta come pratica di benessere.»


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento