giovedì 9 luglio 2020

Anche Conselice Città che legge

Per il biennio 2020-2021 

 


Dopo aver ottenuto la qualifica di “Città che legge” (fascia di popolazione da 5000 a 15000 abitanti) per il biennio 2018-19, anche per il 2020-21 il Comune di Conselice ha ottenuto questo importante riconoscimento. Il CEPELL - Centro per il libro e la lettura - d’intesa con l’ANCI, promuove e valorizza con la qualifica di “Città che legge” le Amministrazioni Comunali che si impegnano a svolgere con continuità politiche pubbliche di promozione della lettura sul proprio territorio.


Attraverso questa qualifica si intende riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale delle comunità urbane attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.

 

Nel 2018 era stato stipulato il Patto Locale per la Lettura di Conselice tra l'Amministrazione Comunale, l'Istituto Comprensivo "F. Foresti"e numerose associazioni locali: uno dei requisiti fondamentali per ottenere la qualifica, insieme alla presenza del prestigioso Premio per letteratura per ragazzi “Giovanna Righini Ricci”, che nel 2021 giungerà alla sua 14° edizione.

 

“Siamo molto soddisfatti, e voglio ringraziare lo staff dell’Ufficio sultura del Comune per il gtrande lavoro svolto – dichiara l’assessore alla Cultura, Raffaella Gasparri -. E sottolineo che l’ottenimento della qualifica non è solo un riconoscimenti significativo, ma è importante anche perché permette al Comune e alle Associazioni del territorio di poter partecipare a bandi per l’ottenimento di finanziamenti volti alla realizzazione di progetti inerenti la promozione della lettura sul territorio”.

 

Nella foto: il sindaco Pula, l’assessore Gasparri e lo staff dell’Ufficio Cultura del Comune

 

Ufficio stampa: coop. Aleph Alberto Mazzotti


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento