Allerta in rete

“Attenzione: nuova ondata
di phishing” 

di Giovanni D’Agata

Email a gogo che, solo apparentemente, arrivano da mittenti
istituzionali o dal colosso Microsoft e che c’invitano a cliccare su un
link.

Nulla di più falso e pericoloso. Come andiamo ripetendo da sempre
noi dello “Sportello dei Diritti
si tratta sempre e solo del solito “phishing” che presentandosi dietro
una miriade di diversi tipi di messaggi, serve a fregarci per carpire i
nostri dati personali e/o bancari. L’ultima frode in ordine di tempo per
la massiva attività di phishing segnalata dalla Polizia Postale sulla
sua pagina Facebook “Commissariato di PS Online – Italia” con un post riguarda il fantomatico invito alla verifica della propria casella di posta elettronica:

Questa volta il tentativo di carpire illecitamente informazioni
personali e dati di carte di credito o di accesso a servizi on line,
arriva da mail apparentemente di Microsoft e/o di un mittente
istituzionale, con le quali viene invitato l’utente dell’account a
cliccare su un link per verificare la sua casella di posta elettronica e
rilasciare tutti i messaggi in arrivo sospesi.

I nostri consigli sono:

– Non “cliccare” sul link inviato;

– Non fornire alcun dato personale o relativo alla propria

carta di credito o conto bancario;

– Effettuare la scansione del dispositivo con un antivirus aggiornato;

– Modificare le credenziali di accesso ai servizi on-line;

– Ricordarsi di aggiornare il sistema operativo quando richiesto.”.

Si tratta di semplici, ma efficaci consigli che per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”,
possono evitarci molti grattacapi. In ogni caso, è quasi sempre
sufficiente ignorare questi messaggi e cancellarli dai nostri
dispositivi per non cadere nella trappola.

Nel caso siate comunque
incappati in una frode di questo tipo potrete rivolgervi agli esperti
della nostra associazione tramite i nostri contatti email info@sportellodeidiritti.org o segnalazioni@sportellodeidiritti.org per valutare immediatamente tutte le soluzioni del caso per evitare pregiudizi.

Ultime Notizie

Rubriche