sabato 8 agosto 2020

Champions stregata

  E nove! 


Vorrà dire che ci vorrà la decima volta...Ma c'è poca voglia di scherzare.

Certo che c'era troppo ottimismo prima della partita, partire in svantaggio, con l'obbligo di fare due gol (e li abbiamo anche fatti) ma con l'obbligo di non fare segnare loro in Europa è un'impresa, specie se devi rinunciare a Dybala, a Chiellini e al pubblico. Se poi subisci un rigore che "non abbiamo visto" allora ti può salvare solo un miracolo. Un rigore in trasferta vale due gol. 

L'eliminazione è arrivata all'andata. Usciamo dopo averla meritata vinta la partita. 

E l'abbiamo anche sfiorato il miracolo, perchè le occasioni le abbiamo avute mentre loro no. Serviva quel pò di fortuna che in Champions è notorio non abbiamo mai avuto.Si chiude così con la Juve ancora una volta numero uno in Italia. Non è poi poco.

 E ora ci serve qualcosa in più per la prossima decima volta, soprattutto a centro campo. Fossimo passati, così non saremmo andati lontani...

Lo juventino deluso


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento