martedì 25 agosto 2020

Estate da bambino

di Roberto Cumali


In estate, da bambino , mi sentivo libero e c'era magia nel cortile dove i grandi parlavano ed io inseguivo insetti luminosi con la bici scassata e le ginocchia sbucciate e mi piaceva ascoltare canzoni in tv coi videoclip

e il mare mi pareva così lontano ...

e poi un 'altra estate, quella della fuga dal mondo di prima , dove da ragazzo , e con gli amici ero convinto di essere libero e c'era magia nei campeggi dove giocavamo ad essere adulti e piacere alle ragazze
e il mare ci cullava anche di notte tra il suono delle nostre chitarre e quello delle musicassette rock

adesso è estate
sono un uomo e voglio restare in questo mondo che mi sono costruito
e c'è il suo sorriso
mentre ascolto un compact disc jazz, del mare cerco l'orizzonte
e fortifico il pensiero che nella vita cambia sempre il modo di ricercare la libertà
e che non importa se la trovi subito oppure no
tanto poi sarà di nuovo estate
e sarà ancora magia

Roberto Cumali


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento