giovedì 6 agosto 2020

Noi non ci siamo nelle eccellenze

Nell'inserto del "Carlino" dedicato al turismo


Sono 14 le pagine dedicate alla nostra Regione, che si apre con cinque eccellenze, la Ferrari (la terra dei Motori) ; i DOP e gli IGP (parmigiano, aceto balsamico, prosciutto, formaggio di Fossa, pesche e nettarine); la riviera romagnola; i siti Unesco, tra cui ovviamente i mosaici di Ravenna e i gioielli di Bologna. 

Non manca l'Appennino nel lungo testo, con il trekking; le città d'arte tra cui la ceramica faentina; Dante e Ravenna; l'enogastronomia  e poi, appunto la nostra riviera.

Impossibile riassumere 14 pagine senza far torto a qualcuno, ma non alla Romagna Estense che non c'è proprio.

Due erano da sempre le strade per poter iniziare ad esserci, Francesco Baracca, la storia del volo, la Prima Guerra mondiale e le pesche appunto, la frutticoltura, una grande fiera nazionale tematica.

L'inserto si apre, come si fa usualmente, con una carta geografica con Imola, Faenza, Forlì, Cesena, Bagno di Romagna, Riccione, Rimini, Cesenatico, Cervia, Ravenna,. Comacchio e Codigoro. Non Lugo...
   
Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento