mercoledì 16 settembre 2020

Pallamano

Riceviamo e pubblichiamo

La Pallamano Romagna ha partecipato a due stage molto interessanti e proficui, in Puglia ed in Liguria.

Settimana intensa per i ragazzi under 17 di Mordano che hanno fatto coincidere la ripresa delle attività con un ottimo momento di confronto tecnico con i pari età di Conversano, Fasano e Noci.

Con base a Borgo Tortorella di Monopoli, in provincia di Bari, i ragazzi seguiti dai coach Fabrizio Tassinari e Simone Ferraresi hanno partecipato a diversi allenamenti condivisi, con tanto di partitelle, con i coetanei pugliesi.

Esperienza tecnica molto importante per i 14 ragazzi mordanesi, vista la qualità delle formazioni locali, tra le principali protagoniste della pallamano giovanile nazionale.

E’ ancora vivo il sentimento di gratitudine nei confronti degli allenatori Francesco Ancona del Fasano, Alessandro Tarafino del Conversano e Pasquale Maione del Noci, senza dimenticare tutti i dirigenti che sono intervenuti per permettere ai ragazzi di allenarsi nel migliore dei modi.

Nella prima settimana di settembre, invece, una 20ina di ragazzi e di ragazze Under 15 della Pallamano Imola ha vissuto un’esperienza indimenticabile di sport e relax in Liguria.

Grazie alla splendida ospitalità della storica società San Camillo di Imperia, del suo Presidente Giovanni Martini e di tutto lo staff dirigenziale, gli imolesi hanno alternato momenti di divertimento ad altri di lavoro in palestra sotto la guida dei coach referenti delle due società, Simone Ferraresi e Luca Martini. In questo modo i partecipanti hanno potuto godere di un vero e proprio scambio tecnico di modalità e preparazione degli allenamenti, in un confronto molto costruttivo.

Nel ritiro gestito anche da Barbara Venturi e Claudio Mengoli, si sono vissuti parecchi frangenti di vacanza, con i bagni nel mar Tirreno e qualche gita in barca, seppur rispettando tutti i protocolli covid in vigore.

Avviati tutti i corsi in palestra per le ragazze ed i ragazzi del settore giovanile della Pallamano Romagna, nelle varie zone di Imola, Mordano, Faenza, Sant’Agata sul Santerno e Lugo: rispettando i protocolli previsti per far fronte all’emergenza sanitaria, i tanti gruppi sono, dunque, tornati a calpestare il campo da gioco.






Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento