venerdì 4 settembre 2020

Riaprono le scuole: lunedì 7 il nido, lunedì 14 tutte le altre scuole

Quattro classi delle medie saranno temporaneamente spostate da Conselice a Lavezzola

 


Nelle prossime settimane, anche nel territorio di Conselice riprenderanno le lezioni scolastiche per tutti gli ordini di scuole.

 

Da lunedì 7 settembre inizierà il servizio del nido: nei giorni precedenti, tutte le famiglie i cui figli avevano già frequentato il servizio, verranno contattati dal servizio educativo per spiegare specificatamente tutte le indicazioni per la ripresa dell’attività. Verranno anche organizzate riunioni in presenza per le famiglie di prima iscrizione ai servizi.

Lunedì 14 inizieranno le attività della scuola dell'infanzia e le lezioni in presenza della scuola primaria e secondaria. Nei prossimi giorni verrà proposto un calendario di incontri per tutte le famiglie, nei quali verranno fornite tutte le indicazioni per l’avvio dell’anno scolastico, le normative e l’organizzazione scolastica.

A queste riunioni saranno presenti l’Istituzione Scolastica e l’Amministrazione Comunale. 

A livello organizzativo, gli ultimi mesi hanno visto una serie di necessarie attività preparatorie, sia da parte dell’Amministrazione scolastica che da parte del Comune: visto che le “normali” attività estive si sono inevitabilmente sommate a quelle destinate a far fronte, nella maniera migliore possibile, alle problematiche legate al Covid (anche in ottemperanza alle diverse normative nazionali emanate al riguardo nelle ultime settimane). 

Fin da subito si è aperto un canale continuo di comunicazione e lavoro che ha interessato la scuola – coordinata dalla dirigente, Gloria Gradassi - gli uffici tecnici del Comune, gli uffici del Servizio scolastico dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e la Giunta Comunale. Un gruppo di lavoro coeso il cui obiettivo era quello di arrivare al 14 settembre con la riapertura di tutte le classi in maniera sicura. 

Lo Stato ha fatto la sua parte, pubblicando diversi bandi per mettere a disposizione fondi sia per il Comune che per l’Istituzione Scolastica.

Dal canto suo, l’Amministrazione Comunale ha investito risorse ed ottenuto finanziamenti per la messa in sicurezza degli edifici scolastici. Tali lavori sono già terminati in alcuni plessi, in altri sono in corso e prossimamente verranno completati tutti gli edifici.

I lavori intrapresi precedentemente hanno permesso di avere aule a norma e questo ha facilitato il raggiungimento dell’obiettivo “tutti in classe”. 

Lunedì 14 settembre, dunque, tutti gli studenti potranno essere regolarmente in classe, per lezioni in presenza: si è riusciti a organizzare gli spazi permettendo la presenza in sicurezza senza che nessuna classe venga smembrata. 

L’unica novità riguarda quattro classi della scuola primaria di secondo grado di via di Vittorio. Dato che l’edificio è ancora interessato da lavori programmati in periodo Pre-Covid, che avevano già previsto lo spostamento di classi in altro plesso, si rende necessario lo spostamento di quattro classi, nel plesso di Lavezzola, fino alla fine dei lavori.

Per garantire spostamenti adeguati e in sicurezza degli alunni di queste quattro classi, l’Amministrazione Comunale metterà quotidianamente a disposizione due pullman gran turismo, che permetteranno il necessario distanziamento anche durante i tragitti di andata e ritorno. Il trasporto dei ragazzi delle medie che dovranno utilizzare le aule di Lavezzola, sarà interamente a carico dell’Amministrazione Comunale per il tratto Conselice-Lavezzola e ritorno.

L’Amministrazione Comunale riuscirà anche a a fornire ai ragazzi il servizio mensa, negli spazi dedicati appositamente. 

Prossimamente arriveranno anche le indicazioni in merito alla possibilità di effettuare il servizio di PRE e POST scuola, rapportandosi alle linee guida che verranno emanate. 

“Alla vigilia dell’inizio delle lezioni, vorrei sottolineare in particolare due cose – sottolinea la dirigente scolastica, Gloria Gradassi -. La prima, è che la scuola sta facendo tutto quello che è previsto dai protocolli per ripartire nel rispetto della sicurezza, che oggi è l’obiettivo prioritario, mettendo in campo tutte le modalità organizzative necessarie. 

La seconda cosa è altrettanto importante: perché la scuola riparta in sicurezza serve anche la collaborazione delle famiglie. Il senso di responsabilità va condiviso: i genitori dovranno misurare la febbre ai ragazzi a casa, dichiarare eventuali contatti con casi sospetti, seguire le indicazioni relative agli ingressi e alle uscite, visto che ci saranno cancelli e orari dedicati classe per classe. La scuola ha fatto e farà tutto il possibile, ma saranno importanti la collaborazione e il senso civico dei genitori per contribuire a proteggere tutti e rendere pienamente efficaci le misure preventive”. 

Nella foto, le scuole medie di Lavezzola 

Ufficio stampa: coop. Aleph Alberto Mazzotti


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento