sabato 10 ottobre 2020

Per la Buona Politica e il diritto alla salute

Tra l'altro la copertura dei pensionamenti di medici di Medicina Generale 


Oltre un centinaio di cittadini, dirigenti dell’AUSL Romagna, operatori sanitari e medici di medicina generale, hanno partecipato all’assemblea organizzata dall’Associazione la Buona Politica sulle tematiche della sanità e diritto alla salute al Centro Sociale il Tondo.



Dai vari interventi è emerso chiaramente il ridimensionamento dell’Ospedale di Lugo con molte specialistiche ridotte a livello di prestazioni ambulatoriali, la Chirurgia generale che rimarrà a livello di Unità Operativa Semplice, mentre quella complessa, che prevede la presenza del primario, verrà definitivamente collocata a Faenza e la Pneumologia trasferita completamente a RA con scarse probabilità di ritorno.

Complessivamente, a fronte dei 243 posti letto presenti a Lugo al 1° gennaio di quest’anno, oggi, dopo l’emergenza pandemica che ha trasformato l’Umberto I° in ospedale Covid, ne sono stati riattivati circa 160 e ci sono solo generiche indicazioni in merito al ripristino dei restanti, anche in relazione alla carenza di personale medico.

E’ una realtà completamente diversa dalla rappresentazione fatta dal Sindaco di Lugo e dalla sua maggioranza che continua a sostenere che l’Ospedale di Lugo non è affatto ridimensionato e che ritornerà rafforzato e più efficiente al termine dell’emergenza Covid. Le sue rassicurazioni non tengono conto di una realtà in continua evoluzione alla quale la Regione E.R. dovrà dimensionare le risorse economiche in suo possesso per evitare ulteriori contrazioni nei vari territori.

Occorre prendere atto della realtà, informare in maniera compiuta e trasparente i cittadini, coinvolgere tutte le realtà socio sanitarie del territorio, ascoltare le proposte che vengono formulate dalle categorie professionali e della società civile per garantire adeguati servizi sanitari ed assistenziali ai cittadini.

Per quanto ci riguarda, come sempre sostenuto fin dal 2014, siamo disponibili ad un confronto sulle seguenti proposte:

  • Ripristino e qualificazione delle funzioni dell’Ospedale di Lugo come presidio polispecialistico della Bassa Romagna.

  • Realizzazione delle Case della Salute come strumento di filtro socio sanitario sul territorio e di erogazione di servizi e prestazioni vicino ai cittadini; in particolare va data priorità a quella di Voltana per coprire le esigenze delle Frazioni a Nord di Lugo.

  • Potenziamento della medicina territoriale di base e dell’assistenza domiciliare.

  • Copertura dei pensionamenti di Medici di Medicina Generale e dei Pediatri in libera scelta e una programmazione più efficace delle sostituzioni.

  • Strutturare percorsi integrati di cura post ospedaliera per garantire la continuità dell’assistenza, in particolare agli anziani.

  • Determinare maggiore e fattiva collaborazione tra Comune e Conferenza Territoriale Socio Sanitaria per la pianificazione degli interventi ed il monitoraggio dei risultati attesi.

  • Rafforzare le sinergie e la collaborazione con l’ospedalità privata accreditata, il terzo settore ed il volontariato.

In questo momento serve una fattiva partecipazione della comunità ed uno sforzo unitario della politica, per garantire il diritto alla salute ai cittadini e realizzare un’efficacie rete di servizi vicina ai cittadini.

Associazione Gruppo Consigliare , Consiglieri delle Consulte Per la Buona Politica


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento