AVVISO

Ci scusiamo con i lettori e gli inserzionisti se nei seguenti giorni il giornale uscirà in forma ridotta, stiamo cercando di ripristinare al più presto il servizio. Vi invitiamo a contattarci per collaborazioni o segnalazioni alla seguente email: pavaglioneagenda@gmail.com

venerdì 27 novembre 2020

Nuove panchine rosse

Il 25 novembre è stato ricordato con cerimonie in forma ridotta e riservata



Una celebrazione diversa dal solito ha caratterizzato il ricordo del 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Seppur senza pubblico e con cerimonie in forma ridotta e riservata, il Comune di Lugo ha comunque ricordato questa ricorrenza con alcune iniziative.




“La violenza sulle donne, fisica e psicologica, purtroppo continua ogni giorno - dichiara l’assessora alle Pari opportunità Anna Giulia Gallegati -. Un dramma che va sottolineato e raccontato sempre, ogni giorno, solo così possiamo cercare di cancellare questo fenomeno. Quest’anno, vista l’emergenza, non abbiamo potuto sviluppare le tradizionali iniziative, come la camminata in rosso che unisce simbolicamente tutta la Bassa Romagna. Nelle frazioni di Voltana e Bizzuno sono state installate due nuove panchine rosse, che si aggiungono a quelle già posate in centro a Lugo. Un’iniziativa simbolica che vuole ricordare ogni giorno dell’anno le donne vittime di violenza. Quest’anno nel Parco del Loto si è aggiunto un giglio al monumento dedicato alle vittime di femminicidio in Bassa Romagna, in memoria di Elisa Bravi. Il lavoro da fare è tanto, i dati sulla violenza di genere continuano purtroppo a essere alti”.

Questa giornata è stata ricordata con l’installazione di due nuove panchine rosse: a Voltana, nell’area verde “Staffette Partigiane”, alla presenza dell’assessora alle Pari opportunità Anna Giulia Gallegati, della presidente della Consulta di Voltana-Chiesanuova-Ciribella Valeria Monti e di Isabella Del Mastro dell’Associazione Demetra; a Bizzuno nel Parco dei Tigli alla presenza di Anna Giulia Gallegati e della presidente della Consulta di Bizzuno Simonetta Zalambani. La panchina di Bizzuno è stata realizzata con la collaborazione dell’Associazione Bizzuno Insieme, di Pane, Autismo e Cioccolata e di Villa Rosa Ricci.

A Voltana si continuerà a ricordare il contrasto alla violenza di genere con una raccolta fondi: fino all’8 dicembre presso la Delegazione di Voltana si raccolgono infatti offerte a favore dell’Associazione Demetra, Centro per l’ascolto e l’aiuto di donne vittime di violenza.

La Consulta di Voltana-Chiesanuova-Ciribella ringrazia l’Amministrazione comunale per aver messo a disposizione la panchina, Fabrizio Galamini, dell’autocarrozzeria Dirani&Galamini, che ha offerto la tinteggiatura in rosso della panchina, le insegnanti e i bimbi della scuola dell’infanzia che hanno regalato i cartelli, ora legati alla panchina, per ricordare questa importante giornata, Rosanna Pagani e Daniela Geminiani che hanno prodotto mascherine rosse e rose rosse all’uncinetto donate a tutti coloro che hanno fatto un’offerta a favore di Demetra, tutte le donne e gli uomini che hanno voluto essere presenti o, impossibilitati, hanno lasciato un fiore o un messaggio.

“Come sempre accade a Voltana, è stata una celebrazione collettiva alla quale ognuno ha partecipato con un proprio contributo o con la semplice presenza – spiega la presidente della Consulta Valeria Monti -. La panchina rossa, che ora è “vestita a festa”, resta come testimonianza della necessità di non dimenticare mai i drammi che spesso si consumano tra le mura domestiche, al riparo da occhi indiscreti e nel silenzio più totale fino all’epilogo. Non chiudiamo gli occhi e troviamo il coraggio di denunciare! Per questo abbiamo voluto sostenere l’Associazione Demetra, per offrire un piccolo contributo al Centro per l’ascolto e l’aiuto di donne vittime di violenza che opera a Lugo”.

“Esiste la forte necessità di un cambio culturale sulla disparità e sul dramma della violenza che ancora troppe donne sono costrette a subire, anche con tanta omertà – commenta la presidente della Consulta di Bizzuno Simonetta Zalambani -. Bizzuno ha scelto di posizionare la propria panchina rossa presso il centro civico affinché il suo richiamo visivo quotidiano rafforzi il messaggio di sostegno nel contrasto di questo terribile fenomeno che purtroppo sta coinvolgendo anche tanti bambini”.

In occasione del 25 novembre, sulle panchine rosse sistemate di fronte alla Rocca sono state inoltre installate le targhe - volute dall’Amministrazione comunale con il sostegno di Confartigianato - che spiegano il loro significato e il simbolico colore rosso. Sulle targhe si trova inoltre un QR Code che rimanda a una specifica pagina del sito del Comune di Lugo in cui i cittadini possono trovare la traduzione in diverse lingue della targa centrale. Delle traduzioni si è occupata l’associazione Gemellaggi e Relazioni Internazionali “Adriano Guerrini” di Lugo.

Nel corso della giornata la biblioteca “Fabrizio Trisi” ha inoltre proposto alcune letture e proposte di titoli sul tema della violenza di genere. Le iniziative si sono concluse in serata, quando il monumento a Francesco Baracca è stato illuminato di rosso. 


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento