AVVISO

Ci scusiamo con i lettori e gli inserzionisti se nei seguenti giorni il giornale uscirà in forma ridotta, stiamo cercando di ripristinare al più presto il servizio. Vi invitiamo a contattarci per collaborazioni o segnalazioni alla seguente email: pavaglioneagenda@gmail.com

venerdì 22 gennaio 2021


 

Circolo A.C.L.I. di Lugo

Premiazione del 56° Concorso Presepi “Città di Lugo 2020”


Comunicato della Presidenza




Domenica 17 gennaio si è svolta, presso la sede della Fondazione Cassa di Risparmio e Banca del Monte di Lugo, la premiazione del 56° Concorso Presepi “Città di Lugo” 2020 organizzato dal Circolo Acli di Lugo. La giuria, nominata dal Consiglio direttivo del Circolo, era composta da Anna Biggi, Renzo Favalli, Valentina Bordini e Giorgio Fontana.

A differenza degli anni scorsi, nei quali l’evento aveva luogo in una sala molto più ampia, e oltre alla premiazione si tenevano uno spettacolo per i bambini e genitori, una lotteria, il tutto accompagnato dal buffet, quest’anno il Covid ci ha costretto a invitare solo i primi 10 classificati, nel numero di una persona per famiglia, o due se si trattava di un minore con l’accompagnatore. La premiazione è stata però trasmessa in diretta sulla pagina Facebook del Nuovo Diario Messaggero.


In apertura il Presidente del Circolo, Raffaele Clò, ha condiviso un doveroso ricordo di Arrigo Antonellini, scomparso circa due settimane fa, “da sempre” persona di spicco del Circolo ACLI di Lugo, diverse volte anche in veste di Presidente e Vice-Presidente. E’ stato Arrigo che negli anni ha sempre sostenuto il Concorso Presepi, e che ha incentivato e incoraggiato l’iniziativa anche in quei momenti in cui la tradizione di fare il presepio, particolarmente nelle comunità, ma anche in casa, sembrava quasi scomparsa.

Abbiamo poi avuto l’onore di avere con noi il Vescovo di Imola, Mons. Giovanni Mosciatti, in diretta audio-video telefonica, e il Sindaco di Lugo Davide Ranalli, in persona, i quali ci hanno ringraziato per aver continuato anche quest’anno, pur tra le mille difficoltà dovute al gravoso periodo, la tradizione del Concorso, così significativa per le famiglie e per la comunità lughese.

I partecipanti sono stati in totale trentotto, ed è stato particolarmente difficile limitare a dieci il numero dei presepi vincenti. Sono stati premiati come quarti a pari merito i seguenti presepi, cui sono stati assegnati il diploma e un libro: Anselmo Margotti, Michael Scentoni, Franco Quici, Parrocchia di Voltana, Scuola Media S. Giuseppe, Famiglia Valmori e Fam. Stellini.

La commissione ha quindi deciso di assegnare il terzo premio, che consisteva nel diploma, un libro e un buono per acquisto di libri, a GEMMA BERTOLO.

“Il presepe di Gemma ci ha colpito nella sua semplicità, perché l’abbiamo sentito come il risultato di una bella collaborazione famigliare all’interno della quale la bambina ha svolto un ruolo preminente. Il suo scritto: "Ho fatto il presepe con mamma e papà, e l'ho fatto con la pasta e con gioia, e l'ho fatto per Gesù" ci ha trasmesso tutta la spontaneità, la freschezza, l'amore per Gesù che vivono in questa bambina, e lo slancio con cui ha messo il suo impegno nel lavoro”.

La commissione ha deciso di assegnare il secondo premio alla Famiglia Castelfidardo, “di cui abbiamo largamente apprezzato sia la realizzazione che la motivazione che l’accompagna. Anche questo è stato il risultato di una collaborazione familiare, l’ambiente chiuso in cui è stato collocato il presepe ci richiama sia un tempo antico e uno spazio concluso e definito – la piazza - sia, purtroppo, una dimensione attuale, la reclusione causa covid. Il lavoro finale, un presepe realizzato con materiale di recupero, è di grande effetto, preciso, artistico.”

La commissione ha deciso di assegnare il primo premio, a Domenica Buldrini; a lei è stato consegnato anche un mosaico rappresentante la natività, realizzato dalla “Compagnia dei Musivari” della scuola di mosaico dell’Università degli adulti di Lugo.

“Il suo presepe è alquanto originale, e l’abbiamo apprezzato sia per questo motivo, sia perché Domenica ha centrato in pieno il tema della pandemia, e l’ha rappresentato emotivamente nella sua opera. Il suo presepe è tutto bianco, la scena della natività è sovrastata dalle mani giunte che, nella loro forza, si sono trasformate in roccia, in grotta, per difendere il nuovo nato. Queste mani che dobbiamo disinfettare decine di volte al giorno, che usiamo per lavorare, per accudire, per aiutare, le doniamo a Gesù perché le trasformi in un mezzo di salvezza per noi e per chi ci sta accanto”.

La partecipazione, in questo difficile anno, è stata molto numerosa; alcuni di loro hanno sottolineato il fatto che essere costretti a stare molto di più in casa, ha incentivato le famiglie a ritrovarsi per creare insieme il presepio, come forse negli ultimi anni non si faceva più.

A conclusione, il Presidente del Circolo ha ringraziato tutti coloro che hanno partecipato al Concorso, le Autorità presenti e quanti hanno contribuito in modi diversi alla realizzazione dell’iniziativa, in particolare la Curia di Imola per il contributo nell’ambito dello stanziamento dell’otto per mille e il Nuovo Diario Messaggero, che ha trasmesso in streaming l’evento.



Lugo 17 gennaio 2020



Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento