AVVISO

Ci scusiamo con i lettori e gli inserzionisti se nei seguenti giorni il giornale uscirà in forma ridotta, stiamo cercando di ripristinare al più presto il servizio. Vi invitiamo a contattarci per collaborazioni o segnalazioni alla seguente email: pavaglioneagenda@gmail.com

venerdì 30 aprile 2021

1 maggio, la messa di San Giuseppe Lavoratore nel ricordo di Arrigo Antonellini

La celebrazione promossa dalla Pastorale del lavoro del vicariato di Lugo verrà trasmessa sulla nostra pagina Facebook



Quest’anno durante la tradizionale messa di San Giuseppe Lavoratore (1 maggio) Lugo ricorderà un caro amico e instancabile promotore di iniziative, sociali ed ecclesiali: Arrigo Antonellini, storico collaboratore de Il Messaggero di Lugo venuto a mancare a inizio anno.
Come ogni anno la Pastorale del lavoro del vicariato di Lugo celebra la solennità di San Giuseppe Lavoratore. La messa è in programma sabato 1 maggio alle 18.30 nel parco attiguo alla chiesa di San Gabriele (via San Giovanni Bosco 3, Lugo), in accordo con il vicario di Lugo, monsignor Carlo Sartoni e grazie alla disponibilità del parroco don Bruno Resta.

All’iniziativa aderirà anche il vescovo di Imola, mons. Giovanni Mosciatti, che presiederà la celebrazione.

La funzione sarà trasmessa in streaming sulla pagina Facebook del nostro settimanale (fai click qui per collegarti)

«Lo scorso anno, nella stessa circostanza, mettemmo al centro della ricorrenza di San Giuseppe Lavoratore i temi dell’emergenza generale e dell’incertezza per molti posti di lavoro – ricorda Raffaele Clò, incaricato per la Pastorale del lavoro del vicariato di Lugo -. Eravamo disorientati anche per il fatto di poter assistere alla celebrazione solo per il tramite di una trasmissione a distanza, ma convinti che la pandemia sarebbe presto finita. Dopo l’illusione dei mesi estivi e la successiva ricaduta, non siamo ancora in condizione di capire quello che ci riserva il futuro, anche se confidiamo che la copertura vaccinale globale della popolazione possa dare un contributo decisivo alla soluzione definitiva della grave emergenza».

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento