Bagnara, ritorna la Festa del castello. Da Dante a Feudalesimo e libertà

èun tuffo nel Medioevo quello che si propone alla rocca di Romagna, in occasione della 13esima edizione della Festa del castello. Ad animare le giornate di sabato 9 e domenica 10 ottobre, iniziativa promossa dal Comune, non saranno solo le storie della rocca, ma anche gli endecasillabi del sommo poeta Dante Alighieri, laboratori per bambini e il gruppo Feudalesimo e libertà.

Il programma
Primo appuntamento per sabato 9 ottobre alle 17, con la presentazione del libro Dante in Romagna. Mito, leggende, aneddoti, tradizioni popolari e letteratura dialettale, alla presenza dell’autore Giuseppe Bellosi e l’editore Marzio Casalini. A seguire, alle 20.30 presso l’auditorium parrocchiale, si terrà lo spettacolo Dannatissimo Dante: due attori al cospetto del sommo poeta e della sua Divina commedia, a cura di Alessia Canducci, Alfonso Cuccurullo e Federico Squassabia.

Fra l’antico e il moderno, domenica 10 ottobre dalle 15.30 Feudalesimo e libertà presenterà il suo Tg feudaleEdizione speciale sull’Inferno dantesco, cui seguirà la presentazione del libro La Divina commedia quasi mille anni dopo.
Alle 16.30 appuntamento con Dante, ma tu chi sei? Intervista semiseria al sommo poeta, dove un inedito Dante incontrerà le famiglie per svelare aspetti poco noti sulla sua persona, che ne fanno un personaggio davvero più moderno di quanto si possa pensare. Il programma per i bambini si arricchisce anche grazie a I mostri dell’inferno di Dante, laboratorio artistico (dai 6 anni in su) a cura della storica dell’arte e atelierista Lisa Emiliani e di Enrico Folli, attore e fumettista.

Sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 sarà possibile anche visitare il Museo del castello. Per lo spettacolo del sabato sera è consigliata la prenotazione (tel. 0545-905540), mentre per gli altri appuntamenti si accoglieranno partecipanti fino a capienza massima degli spazi.

Ultime Notizie

Rubriche