Abbandono di rifiuti, in Bassa Romagna 301 sanzioni da inizio anno

Continua la lotta contro l’abbandono dei rifiuti, grazie all’ausilio della polizia locale dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna. Dal primo gennaio 2022 sono state 301 le sanzioni comminate grazie all’aiuto delle fototrappole, attive in tutti e nove i Comuni e collocate in punti strategici sempre diversi.
La sanzione per chi abbandona i rifiuti varia da 52 a 312 euro, a seconda della gravità del gesto.
Lugo e Massa Lombarda sono i comuni con più sanzioni: 108 per il comune di Baracca, 51 per Massa. Seguono Alfonsine 46, Cotignola 34, Bagnacavallo 29, Conselice 23, Fusignano 4, Sant’Agata sul Santerno e Bagnara 3.
«Sanzionare chi abbandona rifiuti è un atto dovuto nei confronti dei tantissimi cittadini che chiedono maggior decoro, che hanno a cuore l’ambiente e gli spazi pubblici e che rispettano le regole sui conferimenti – ha dichiarato Paola Pula, sindaca referente per l’Ambiente dell’Unione -. Col nuovo sistema di raccolta porta a porta gli abbandoni sono leggermente aumentati». Ma la situazione «è ampiamente sotto controllo – secondo la prima cittadina di Conselice – e anche gli illeciti stanno già ritornando ai numeri degli anni precedenti». I problemi principali sono stati riscontrati nelle strade ad alta percorrenza, ma anche in aree di sosta: molti abbandoni non sono causati da residenti, ma da automobilisti e autotrasportatori in transito. «L’attività sanzionatoria è necessaria, ma non è l’unica – sottolinea Pula -: l’educazione civica è un valore che deve far parte di ciascuno di noi, per questo serve una sensibilizzazione sempre più capillare, dove le giovani generazioni giocano un ruolo fondamentale anche nell’educare i più grandi, che spesso sono i più restii a cambiare le proprie abitudini».


Courtesy of Il Nuovo Diario Messaggero

Ultime Notizie

Rubriche