Se il cane è tuo…..

Mondo cane

di ANGELO  RAVAGLIA

Bene ha fatto il Comune di Ravenna a  punire con un apposito regolamento ( art.17) le deiezioni dei cani in luogo pubblico, non attribuibili ai veri amanti degli animali.

Avendo presente che  oggi i cani sono sia un fenomeno di moda per i giovani che per gli anziani un sostituto affettivo: compensano la mancanza o lontananza di figli, nipoti o …amici.

Il cane, vero amico dell’uomo, si diceva.

Oggi, più che un amico, quasi un familiare: lo si porta in braccio,lo si bacia in pubblico, lo si cura, lo si esibisce, si tiene in casa, etc.

Scomparsi i divieti di ingresso bei bar e ristoranti presenti sino a ieri.

Sintomo di una società “sazia e disperata” avrebbe detto un tempo il cardinale Biffi.

Ciò detto, poiché il diffondersi della moda del cane attraversa tutte le fasce sociali e tutte le età, occorre interpretare  il nuovo regolamento cum grano salis, ossia con tatto e buon senso, privilegiando l’aspetto educativo su quello repressivo, pur necessario.

E disincentivare nel contempo la solita alzata di scudi di stampo animalista.

 

A Lugo sarebbe auspicabile un regolamento del genere, particolarmente sotto il Pavaglione, diventato una passerella di quadrupedi con deiezioni continue ( a volte non liquide) sulle colonne appena restaurate dove lasciano traccia.

I commercianti sono costretti alla pulizia quotidiana di fronte al negozio impotenti e rassegnati a non alienarsi possibili clienti, già pochi.

Indispensabile, pertanto, come a Ravenna un nuovo regolamento comunale con l’obbligo della bottiglietta d’aqua per pulire al fine di non arrivare con il tempo al divieto di circolazione con i cani.

 

Tutto ciò è detto, sia chiaro, da uno a cui gli animali piacciono. Meno certi loro padroni.

 

Lugo, 28 .10.2022                       Angelo Ravaglia

 

info: 340.5919531

 

Ultime Notizie

Rubriche